Hanno sollevato un polverone le parole di Roberto Pruzzo su Senad Lulic. L'ex bomber della Roma poche ore fa aveva speso parole di stima per il giocatore della Lazio, facendo infuriare i sostenitori giallorossi. Una situazione che ha letteralmente travolto la grande gloria che si è scusato pubblicamente in una seconda intervista, commuovendosi in diretta

Perché Pruzzo ha fatto arrabbiare i tifosi della Roma

Roberto Pruzzo, ex bomber della Roma dal 1978 al 1988 con 106 gol all'attivo, ha fatto infuriare i tifosi giallorossi. In un'intervista ai microfoni di Radio Radio, il classe 1955 aveva parlato così di Senad Lulic, perno della Lazio: "Lulic è diventato il mio mito. È un operaio, ogni tanto va fuori giri, ma dimostra quanto possano essere utili questi calciatori in un contesto di alto livello come quello della Lazio. Quando hai una manovalanza così, ogni situazione si può risolvere. Ha 33 anni ma è ancora uno bello tosto, con giocatori così vai lontano". Parole sgradite ai tifosi della Roma che hanno attaccato Pruzzo, per le parole sul calciatore degli acerrimi rivali. La grande gloria capitolina è finito al centro di un vero e proprio polverone social

Le scuse in lacrime di Pruzzo ai tifosi della Roma

Una situazione che ha sorpreso Pruzzo, che in occasione di una seconda intervista ai microfoni di Centro Suono Sport, per la trasmissione Te la do io Tokyo è tornato sui suoi passi commuovendosi in diretta: "Sto vivendo malissimo questa situazione. Sono arrivato a Roma nel ’78, e da quel giorno sono abituato ad avere l’affetto di tutti i tifosi della Roma, questa situazione mi fa stare male. Mai e poi mai avrei voluto fare del ‘male’ ai tifosi della Roma. Io non sapevo di questa situazione, non mi ricordo neanche i gol che ho fatto io per dire. La mia frase era una cazzata buttata lì, non volevo ferire nessuno. Io non dormo da giorni, ci sto male…”.

.