https://twitter.com/WestHam
in foto: https://twitter.com/WestHam

Il West Ham non ha perso tempo per rimpiazzare Manuel Pellegrini, licenziato ieri dopo le due sconfitte di fila contro Leicester e Crystal Palace. Il club londinese ha ufficializzato il nome del nuovo allenatore, che è David Moyes. L'ex manager torna dunque agli Hammers per provare a risollevarne le sorti dopo un inizio di stagione assai difficile. Sarà in panchina già nel prossimo match in programma il 1° gennaio contro il Bournemouth

West Ham, il nuovo allenatore è David Moyes

David Moyes è il nuovo allenatore del West Ham. Nel giro di 24 ore la società inglese ha dunque completato la rivoluzione in panchina, iniziata con l'esonero di Manuel Pellegrini. Scelta nel segno della "continuità" per la società londinese che ha deciso di puntare su un manager che conosce bene l'ambiente avendovi già lavorato nel 2017/2018. Nella nota ufficiale del club si evidenzia che Moyes ha firmato un contratto di 18 mesi e già da domani inizierà a lavorare con la squadra, anche in vista dell'immediato impegno del West Ham contro il Bournemouth che aprirà il 2020.

Perché il West Ham ha scelto Moyes

Queste le parole del copresidente David Sullivan sul mister ex di Everton, Manchester United, Real Sociedad e Sunderland: "David ha dimostrato nel suo breve periodo con il club di essere in grado di ottenere risultati e crediamo che inizierà a spostare il club nella giusta direzione ancora una volta. Siamo lieti di dare il bentornato a David, che conosce bene il Club e durante quel periodo ha stretto solide relazioni che saranno cruciali per il lavoro che deve essere svolto in futuro".

Le prime parole di Moyes da allenatore del West Ham

L'allenatore dal canto suo si è detto entusiasta del ritorno al West Ham e pronto lavorare per risollevare le sorti di una squadra scivolata a ridosso della zona retrocessione, al 17° posto: "È favoloso tornare. È bello essere a casa. Mi è mancato essere qui perché mi è davvero piaciuto. Mi è piaciuto essere in giro per lo stadio, il club mi è mancato. Sono molto orgoglioso di essere tornato qui al West Ham. Ma penso ancora più importante, cercherò di vedere cosa posso fare e quali miglioramenti apportare, per ottenere subito delle vittorie importanti. Credo di avere una squadra più forte di quella che ho allenato in passato e non vedo l'ora di lavorare con loro".