Il Liverpool continua a dominare il campionato inglese. La squadra di Jurgen Klopp ha infatti vinto anche nel posticipo della 24esima giornata di Premier League, confermando il suo distacco abissale di 16 punti sul Manchester City di Pep Guardiola. L'ultima vittoria dei ‘Reds' a Wolverhampton ha però generato molte polemiche sui social, a causa del gol segnato da Roberto Firmino a pochi minuti dal termine.

Dopo la rete in apertura di Henderson e il pareggio dei ‘Lupi' con Jimenez, il brasiliano ha infatti regalato i tre punti a Klopp all'84esimo al termine di un'azione che molti tifosi hanno definito ‘sospetta'. Sotto accusa è finito infatti Conor Coady, il capitano del Wolverhampton, colpevole secondo alcuni di non aver affrontato con la giusta cattiveria l'attaccante e di aver perso l'equilibrio apposta per farlo calciare verso la porta.

I motivi della rabbia dei tifosi

Nato a Liverpool e cresciuto calcisticamente proprio nei Reds, con i quali ha debuttato in Premier League nel 2013 in occasione di un match vinto contro il Fulham, Coady è dunque finito nel mirino dei tifosi inglesi che gli hanno anche contestato un mezzo sorriso dopo il gol di Firmino e un non perfetto posizionamento in campo nell'azione che ha portato al primo vantaggio di Henderson.

Di fronte a critiche e illazioni, Jurgen Klopp ha però alzato le spalle e guardato avanti. Il manager tedesco vuole infatti arrivare al momento cruciale della stagione con il campionato in cassaforte e la possibilità di concentrarsi solo sulla Champions League: un trofeo da proteggere e da riconquistare. Il primo ostacolo sarà l'Atletico Madrid di Diego Simeone: squadra che i campioni d'Europa in carica affronteranno prima a Madrid (il prossimo 18 febbraio) e poi l'11 marzo a Liverpool davanti al pubblico di Anfield Road.