Con la nazionale non gioca più e in queste settimane di pausa per i club Gerard Piqué è rimasto a Barcellona, mentre la Spagna in Scandinavia con due pareggi ha conquistato la Qualificazione a Euro 2020. Il difensore venerdì scorso è andato a cena in un ristorante, ha parcheggiato però l'auto dove non poteva ed è stato multato dagli agenti della polizia municipale.

Multa per Gerard Piqué

Nella notte tra venerdì e sabato una pattuglia regionale catalana ha trovato un'auto parcheggiato in un passaggio pedonale, ha scoperto che quella vettura era di Gerard Piqué, che stava cenando in un noto ristorante di Barcellona. Il 32enne difensore  forse andava di fretta e ha completamente ignorato la presenza di un ampio parcheggio a 400 metri dal locale. Gli agenti sono entrati nel ristorante, hanno scovato Piqué e gli hanno chiesto di spostare l'auto, altrimenti sarebbe arrivata la gru per effettuare l'operazione. Piqué ha ricevuto una multa di 200 euro. La notizia è stata rilevata dal programma di Telecinco ‘Salvami banana'.

Il precedente. Quando Piqué litigò con la Guardia Urbana

Già cinque anni fa Gerard Piqué era stato al centro di un caso simile quando la Guardia urbana di Barcellona multò il fratello per aver parcheggiato l'auto nella corsia dell'autobus per un quarto d'ora, all'esterno dell'uscita della discoteca Catwalk. In quell'occasione il calciatore del Barcellona affrontò i poliziotti a muso duro con minacce e parolacce agli agenti.

La stagione di Piqué

Il centrale del Barcellona ha giocato 10 partite in stagione, 8 nella Liga (720 minuti), ha segnato anche un gol, e 2 in Champions League. Un rendimento tutt'altro che esaltante. In Spagna più di qualcuno lo ha criticato. Piqué è stato accusato di essere distratto dai suoi troppi interessi. Il calciatore è diventato anche un imprenditore e a fine novembre prenderà il via a Madrid la nuova Coppa Davis, manifestazione tennistica rivoluzionata nel format dalla società che fa capo a Gerard Piqué.