Una gara dai due volti che premia maggiormente il Frosinone bravissimo a tenere testa alla Fiorentina fino al 90′. Al gol ad inizio di ripresa siglato da Benassi, ha risposto allo scadere ancora una volta Pinamonti, il bomber di scorta dei ciociari che Longo oramai usa per risolvere le gare alla fine. Una rete da campione che regala al Frosinone il terzo risultato utile consecutivo in classifica e frena le ambizioni viola.

Avvio sotto tono

Una partita giocata sotto tono, con il Frosinone pronto a conquistare il primo tanto atteso successo interno che avrebbe dato un senso molto più positivo ad un inizio incolore di stagione. Per Longo la partita contro la Fiorentina arriva in un momento importante, dopo due risultati utili consecutivi. Una prova reale che nel primo tempo ha visto i ciociari patire le folate viola ma reggere l'urto.

Viola svogliati

Da parte della Fiorentina, un primo tempo giocato forse con troppa superficialità dove i tre attaccanti di turno, Pjaca, Chiesa e Simeone hanno inciso ma non in modo determinante nelle azioni offensive. I gigliati hanno esaltato Sorrentino, bravissimo a reggere e salvare la propria porta dalle incursioni di Chiesa, Simeone e Benassi.

Il guizzo di Benassi

Nella ripresa, la Fiorentina ha però insistito e al 47′ è riuscita a passare in vantaggio grazie proprio a Benassi che ha sfruttato una imprecisione della difesa del Frosinone. Un colpo di testa che ha superato Sorrentino da due passi spezzando l'equilibrio del match a proprio favore.

Reazione Frosinone

La reazione del Frosinone si è fatta attendere fino al quarto d'ora finale quando i padroni di casa hanno provato a spingere sull'acceleratore e creare il massimo impegno offensivo: al 74′ Zampano prova la conclusione verso Lafont ma sfortunatamente per lui il tiro esce sulla destra.

Chiesa sbaglia, Pinamonti no

Ma la beffa per la Fiorentina arriva quasi a tempo scaduto. Ed è ancora l'ex Inter, il giovane bomber Pinamonti a regalare ai ciociari un sorriso e il terzo risultato utile consecutivo. Proprio subito dopo un'occasione sprecata da Federico Chiesa, l'attaccante del Frosinone entrato al 62′  con un gran controllo addomestica un passaggio smarcante sul limite e a giro segna all'incrocio dei pali di sinistra.