Bologna-Lazio non è una gara come tutte le altre per Sinisa Mihajlovic. L'allenatore rossoblu non potrà vivere in panchina la sfida contro la compagine in cui ha militato dal 1998 al 2004, essendo ricoverato all'Ospedale Sant'Orsola dove sta combattendo contro la leucemia. Nel frattempo i sostenitori emiliani sono pronti a tornare in pellegrinaggio al Santuario di San Luca per il mister, coinvolgendo in questa speciale iniziativa anche i colleghi della Lazio.

Bologna-Lazio, nuovo pellegrinaggio per Sinisa Mihajlovic

I tifosi del Bologna non lasciano mai solo Sinisa Mihajlovic alle prese con la durissima battaglia contro la leucemia. I sostenitori della formazione emiliana alla vigilia del confronto di domenica 6 ottobre contro la Lazio, hanno deciso di riproporre il pellegrinaggio al Santuario di San Luca per pregare per il proprio allenatore, e per tutti coloro i quali stanno facendo i conti con la malattia. Un'iniziativa che fa il paio con quella delle scorse settimane, quando più di un migliaio di persone, s'incamminarono sotto i portici, dal "Meloncello" vicino allo stadio Dall'Ara, fino al Santuario. Nel gruppo presente anche la moglie di Mihajlovic, Arianna.

I tifosi del Bologna invitano quelli della Lazio al pellegrinaggio per Sinisa Mihajlovic

Appuntamento dunque a domenica 6 ottobre con i tifosi del Bologna che in occasione del pellegrinaggio al Santuario mariano per Mihajlovic, hanno invitato anche i colleghi della Lazio. Questi ultimi infatti raggiungeranno il capoluogo emiliano proprio per assistere alla partita di campionato. Anche loro sono molto legati al tecnico serbo che ha scritto pagine importanti della storia della società capitolina, militandovi dal calciatore dal 1998 al 2004.

Come sta Sinisa Mihajlovic, quali sono le ultime notizie sulle sue condizioni. Il saluto di Inzaghi

Anche in Bologna-Lazio, Sinisa Mihajlovic non sarà al seguito della sua squadra. Il tecnico è alle prese con il secondo ciclo di cure contro la leucemia presso l'Ospedale Sant'Orsola di Bologna. Al momento non ci sono notizie sulle sue condizioni, ma si attende il nuovo comunicato. Filtrano segnali incoraggianti dalla famiglia di Sinisa, con il tecnico che a quanto pare sta rispondendo bene. Nel frattempo l'allenatore della Lazio Simone Inzaghi nella conferenza stampa della vigilia ha voluto dedicare un pensiero all'amico: "Il primo pensiero va a Sinisa Mihajlovic, che eè un guerriero. Sono sicuro al 100% che vincerà la sua battaglia. E' un caro amico, a lui penso spesso. Quando sono arrivato a Roma per me è stato molto importante: era uno dei vecchi e mi ha aiutato ad ambientarmi alla Lazio. Abbiamo condiviso tante vittorie, se non avrò l'occasione di abbracciarlo domani ci sarà la gara di ritorno all'Olimpico".