Una vittoria all’ultimo respiro contro il Torino, la seconda consecutiva conquistata nei minuti finali. Può sorridere eccome il Parma che in pochi giorni è passato dall’ultimo posto alla parte sinistra della classifica, quella più nobile. D’Aversa e i suoi ragazzi hanno sfruttato al meglio il doppio turno casalingo. Qualche scoria però il match con i granata l’ha lasciata, perché domenica prossima sarà forzatamente a riposo Laurini, e non è al top nemmeno Inglese, man of the match contro i granata.

Trauma cranico per Laurini

Quando stava per terminare il recupero c’è stato un durissimo contrasto tra Laxalt e Laurini, un episodio come tanti, non cattivo, entrambi volevano recuperare il pallone, testa contro testa. Mazzarri si infuria e viene espulso, l’uruguagio del Toro si riprende subito, il francese del Parma invece ha la peggio. I medici del club lo curano e lo aiutano a rialzarsi. Laurini si rimette sulle sue gambe, ma è stordito, il colpo è stato forte, quando la partita finisce, l’ex dell’Empoli va in ospedale dove viene confermata la prima diagnosi. Laurini ha riportato un trauma cranico, il giocatore è stato subito dimesso, ma dovrà stare a riposo per sette giorni, e contro la Spal non ci sarà.

Inglese e Darmian

Il Parma è tornato in campo già questa mattina a Collecchio, si sono allenati i calciatori che non hanno giocato contro il Torino. A riposo anche Roberto Inglese, partito dalla panchina ma poi uomo decisivo contro la squadra di Mazzarri, l’ex centravanti del Chievo ha segnato il 3-2 all’88’. Tonsillite per l’attaccante. Darmian invece ha svolto un programma di lavoro differenziato, sarà assente un paio di mesi.

La formazione del Parma per il match con la Spal

D’Aversa non dovrebbe avere molti dubbi nello scegliere la formazione con cui scenderà in campo nel derby emiliano con la Spal. Inglese potrebbe partire ancora dalla panchina, va trovato il sostituto di Laurini, anche l’altro esterno difensivo potrebbe cambiare.

  • Parma (4-3-3): Sepe; Gagliolo, Iacoponi, Bruno Alves, Pezzella; Hernani, Barillà, Kukca; Kulusevski, Cornelius, Gervinho.