Per svegliarsi dall'incubo di una possibile retrocessione e tornare a vivere un clima più sereno, il Genoa di Davide Nicola ha deciso di circondarsi di uomini dal sangue rossoblù. Oltre ai rinforzi arrivati dal mercato invernale come Perin, Behrami e Destro, già protagonisti col Grifone negli anni passati, il tecnico può infatti contare anche sull'esperienza e sull'attaccamento alla maglia di Goran Pandev: diventato ormai un ‘senatore' della squadra e arrivato alla sua quinta (e probabilmente ultima) stagione con la maglia della formazione ligure.

"A fine stagione penso di smettere, ma lo voglio fare con la salvezza del Genoa e con la qualificazione al prossimo Europeo con la mia Nazionale – ha dichiarato l'attaccante macedone, decisivo nel match contro il Sassuolo con la sua rete rocambolesca – Voglio aiutare i miei compagni ad uscire da questa brutta situazione. Salvare il Genoa prima del ritiro è il mio sogno, sappiamo tutti che siamo in difficoltà, ma possiamo fare meglio".

La speranza è l'ultima a morire

Nonostante i suoi trentasei anni, Goran Pandev è dunque pronto a lottare e a dare l'anima sul terreno di gioco per la maglia genoana: "È un momento particolare per il Genoa e siamo in difficoltà – ha aggiunto l'ex attaccante di Lazio e Inter, nell'intervista concessa a Sky Sport – Questa società e questi tifosi non meritano il terzultimo posto in classifica. La colpa è solo di noi giocatori. Se non iniziamo a fare punti da domenica si mette male, ma ci sono ancora diverse partite e quindi la speranza c'è. Siamo una squadra con tanti giovani ed è normale sentire un po' di paura quando si è in certe posizioni. Mister Nicola? Ci sta trasmettendo carica e positività. Speriamo di uscirne grazie al suo lavoro".