Il Pallone d’Oro 2019 è stato assegnato a Lionel Messi. Il campione argentino del Barcellona lo ha vinto per la sesta volta in carriera, staccando Cristiano Ronaldo (fermo a quota cinque). Alle spalle del fuoriclasse sudamericano s'è piazzato non CR7 ma il difensore centrale del Liverpool, Virgil van Dijk. Tra il calciatore dei Reds e il ‘dieci' dei catalani è stato un vero e proprio testa a testa avendo monopolizzato il numero dei voti espressi dalla giuria dei giornalisti: ad avere la meglio per 7 punti è stata la Pulce (686 a 679), a testimonianza di quanto fosse equilibrata la lotta. A premiare Messi è stato il vincitore della scorsa edizione, Luka Modric, che ha criticato la scelta di Ronaldo di non partecipare alla cerimonia.

Ma quanto vale il Pallone d'Oro? Com'è fatto il prestigioso trofeo assegnato da France Football? Quanto pesa e quali sono le sue dimensioni? Ecco come viene assemblato e rifinito dall'arte orafa il premio più ambito nella carriera di un calciatore.

Chi ha creato il Pallone d’Oro?

Solo venticinque calciatori hanno vinto il Pallone d’Oro, negli ultimi dieci anni solo due Messi e Ronaldo. Adesso ci sarà un nuovo vincitore. Ma il Pallone d’Oro com’è fatto? ‘Le Ballon d’Or’ è prodotto da un’oreficeria parigina la Mellerio, che esiste da oltre 500 anni. Le origini di questa famiglia sono italiane, precisamente della Val d’Ossola, che abbandonarono nel 1515, quasi cento anni dopo gli eredi di quella famiglia aprirono la Maison de Joaillerie Mellerio, che crea anche il trofeo del Roland Garros, uno dei quattro tornei dello Slam.

Come è fatto il Pallone d’Oro?

Questa oreficeria parigina ha concepito solo due disegni nella storia di questo ambito premio. Quello originale era inciso da due piccole linee su ciascun esagono del pallone, ma quel particolare creò dei problemi agli incisori condannati per plagio da un’azienda sportiva tedesca. E così dal 2003 le piccole linee sono state eliminate.

Come viene creato e lavorato il Pallone d’Oro?

Il Pallone d’Oro è costituito da due semisfere d’ottone, ottenute da due distinte piastre, saldate contemporaneamente e dalle quali si crea il pallone. L’orefice con un foro lo incastra su un piedistallo in cristallo di pirite. Il cesellatore in seguito lo riempie di cemento in polvere, una fase molto lunga (15 ore di lavoro) e delicatissima. Perché vengono riprodotte pezze e cuciture che compongono il pallone. Questa fase segue un intervento realizzato a matita su sfera liscia.

Quanto pesa e quanto costa il Pallone d’Oro?

Dopo essere passato da una lucidatrice l’orafo incide ‘France Football’ e l’anno intagliando tutte le curve delle lettere. A lavorazione conclusa viene fatta una rifinitura finale. La creazione segue con l’immersione in un bagno d’oro, passaggio che precede il montaggio sul supporto di pirite preparato da un esperto di pietre preziose. Il Pallone non è tutto oro massiccio. Il suo prezzo è di circa 13mila euro, il peso è di 12 chili ed è molto piccolo: 31 centimetri di altezza, 23 di larghezza e profondità. Per realizzarlo servono 6 mesi e 100 ore di lavoro. Al momento della premiazione viene iscritto il nome del vincitore su una placca dorata fissata alla base del trofeo.