La posta in palio è sempre più alta e l'Inter, guidata da quel perfezionista che risponde al nome di Antonio Conte, ha deciso di non lasciare nulla al caso. Foss'anche la casella del secondo portiere. È notizia di queste ore che i nerazzurri, poco convinti dalle ultime performance di Padelli (la sua pagella in Inter-Milan) e in ansia per le condizioni di Handanovic (quanto tempo può restare fuori), stiano valutando di mettere sotto contratto Emiliano Viviano dalla lista degli svincolati. L'ex portiere della Spal ha sostenuto una parte delle visite mediche a Milano ed è probabile che per convincere definitivamente lo staff interista possa scendere in campo per un allenamento.

Non sarebbe la prima volta per lui all'Inter. Cresciuto nelle giovanili del Brescia, nel febbraio del 2009 viene acquistato in comproprietà proprio dai nerazzurri, che poi si troveranno a condividere il suo cartellino con il Bologna, dove il giovane portiere resta a difesa dei pali tra il 2009 e il 2011. Il 31 agosto del 2011 la metà non interista passa quindi al Genoa e successivamente al Palermo. Il controllo interista – sebbene senza mai avere una possibilità di scendere in campo – si concluderà solo nell'estate del 2012 con il riscatto da parte dei rosanero e la successiva vendita dell'intero cartellino alla Fiorentina. Seguiranno esperienze all'Arsenal, alla Sampdoria, fino allo Sporting Lisbona, dove non è mai sceso in campo. L'ultima parentesi lo scorso anno da gennaio con la Spal.

Chi sarà il secondo portiere dell'Inter

Con il suo approdo alla corte di Conte, ci sarebbero pochi dubbi su chi sarebbe chiamato ad avere i gradi del vice-Handanovic. Di fatto Viviano ha molta più esperienza di Padelli, anche da primo portiere, si è dimostrato affidabile anche le volte in cui è stato chiamato a giocare per traguardi importanti e conferisce affidabilità anche in campo internazionale. Aspetto da non trascurare, come Handanovic è anche un ottimo para-rigori.

Cosa fare al fantacalcio

Anche in questo caso la soluzione sembra scontata: tagliare Berni, attuale terzo portiere, e procedere con l'inserimento in rosa di Viviano. Se nella vostra lega adottate il sistema degli interi terzetti delle singole squadre e avete già chiuso il mercato di riparazione, probabilmente la situazione andrà gestita e normata a parte, trattandosi di un evento inedito. Il rischio infatti è di restare senza portiere, almeno fino a inizio marzo.