Incredibile al San Paolo dove il Napoli rimedia la quarta sconfitta stagionale ad opera di un Bologna che prima affonda e poi riemerge con il gioco e il coraggio di chi non ha nulla da perdere. Al San Paolo gli azzurri di Ancelotti (che mischia le carte sull'11 iniziale) sono anche da applausi: segnano subito con Lozano (fuorigioco) poi trovano la rete con Llorente a fine primo tempo. Il Napoli sfiora ripetutamente ancora il gol ma nella ripresa Olsen e Sansone ribaltano il match con gli azzurri che creano altri pericoli ma non riescono più a segnare se non con Llorente al 94′ (ma è fuorigioco)

Ancelotti punta su Lozano e Llorente

Con un San Paolo incuriosito di vedere se il Napoli scende in campo con lo stesso piglio visto in Champions League, Ancelotti mischia un po' le carte e punta ancora forte su Lozano, lasciando Mertens in panchina a favore di Llorente e inserendo in mediana Elmas. I padroni di casa partono bene, convinti, con ritmi alti e mettono subito in difficoltà il Bologna che ha in avanti il tridente Palacio, Orsolini, Sansone.

Lozano gol ma è off side

Il primo boato del San Paolo arriva al 16′ ma viene strozzato in gola ai tifosi del Napoli: azione splendida della squadra di Ancelotti che da sinistra a destra libera Lozano al tiro, con palla che si infila nel ‘sette' ma è tutto vanificato dalla posizione di off side del giocatore partenopeo. E' un segnale, però, che indica come l'approccio sia giusto e la voglia di chiudere subito il match, concreta.

Lampo Dzenaili, pericolo per il Napoli

La gara resta piacevole, con il Bologna che alla lunga riesce a prendere le distanze al Napoli, provando a pungere con il tridente. Al 31′ il San Paolo ammutolisce per la giocata dell'ex di turno: Dzemaili che dal limite si inventa una girata al volo che fa la barba al palo e lascia Ospinna di marmo. Pericolo scampato, ma campanello d'allarme della vivacità della squadra di Mihajlovic.

Ci pensa Llorente

Al 40′ il Napoli però trova lo spunto vincente grazie ad una ripartenza sui piedi di Insigne: il capitano del Napoi si riesce a liberare sulla destra e chiude in porta un diagonale velenoso che passa sotto le gambe di Danilo e costringe Skorupski al rinvio sporco sul quale si avventa Llorente che segna l'1-0. Il Napoli si sblocca e la fine di primo tempo è tutta azzurra.

 

Il Bologna cambia, Skorupski si esalta

La ripresa inizia con un cambio nel Bologna con Olsen che rileva Orsolini in avanti. Il Napoli continua il proprio gioco e la propria partita mostrando di avere in mano il pallino del gioco ma gli azzurri non sfondano, merito anche di Skorupski che chiude la porta ai partenopei. Permettendo ai felsinei di restare in partita.

Pareggio Bologna: Olsen non sbaglia

La beffa partenopea arriva alla prima vera occasione da gol dei rossoblù: cross in area di rigore da sinistra, Koulibaly anticipa Palacio ma anche Ospina con la palla che carambola sul destro di Olsen che sul primo palo non perdona. Scossone alla difesa azzurra che pochi minuti dopo rischia tutto su un'altra occasione da gol con Sansone fermato da un super Ospina.

Ribaltone Bologna: Sansone

Il Napoli insiste, c'è anche Mertens in avanti ma spreca tutto in un paio di occasioni in cui avrebbe potuto trovare il raddoppio. E come spesso accade, a gol sbagliato corrisponde gol subito: all'80' Dzemaili scarta il cioccolatino per Sansone in area azzurra e l'attaccante del Bologna fulmina Ospina.

Llorente segna ma è offside

L'ultimo sussulto arriva a una manciata di secondi dalla fine: il Napoli in pieno forcing trova il gol di Llorente per il 2-2 che però viene annullato dal Var. L'attaccante spagnolo al momento del controllo è in fuorigioco e la moviola evidenzia l'off-side che salva il Bologna, corsaro al San Paolo.