Dopo Domenico Berardi anche Marco Verratti dà forfait e salta la convocazione con la Nazionale. Già qualificata per Euro 2020, l'Italia giocherà come da calendario gli ultimi incontri previsti: venerdì 15 sarà di scena in Bosnia contro la selezione di Dzeko e Pjanic, il 18 invece a Palermo contro l'Armenia. L'infortunio che ha subito sabato durante la gara di campionato del Psg contro il Brest (vinta per 2-1 con rete di Mauro Icardi) ha messo fuori causa il centrocampista abruzzese: al suo posto il commissario tecnico, Mancini, ha scelto di premiare Sandro Tonali, talento del Brescia preso ‘in prestito' dall'Under 21 (Salvatore Esposito del Chievo Verona lo ha avvicendato tra le fila degli Azzurrini in vista delle gare contro Islanda e Armenia).

Quali sono le condizioni di Verratti? Impossibile sperare in un suo recupero a giudicare dalla sensazioni tratte dall'espressione e dall'andatura mostrati dopo il contrasto abbastanza duro avvenuto con un avversario: a dieci minuti dalla fine del match, l'ex Pescara ha chiesto il cambio e abbandonato il terreno di gioco con una smorfia di disappunto e abbastanza dolorante da lasciar presagire la sua assenza. Una defezione importante per il ruolo di primo piano che il commissario tecnico gli ha sempre riservato: oltre allo stop odierno per infortunio, Verratti solo un'altra volta era mancato all'appello (contro la Finlandia perché squalificato) con Mancini che lo ha sempre schierato titolare in 11 gare su altrettante convocazioni.

Chance per Tonali. La convocazione in Nazionale è sicuramente un premio per il giovane centrocampista che a Brescia sta disputando un'ottima stagione nonostante le difficoltà della squadra coinvolta in piena zona retrocessione. Non è la prima volta per lui, il 15 ottobre scorso ‘Mancio' lo aveva chiamato in occasione della sfida contro il Liechtenstein.