Le ultime due annate sono state davvero sfortunate per Vlad Chiriches: 264 i giorni di assenza dovuti a infortuni di varia natura e gravità. Lesione al bicipite femorale, rottura del legamento crociato e adesso la lussazione alla spalla procurata nel corso del ritorno dei quarti di finale di Europa League contro l'Arsenal. Tre stop traumatici che hanno sottratto ad Ancelotti un calciatore sicuramente utile per esperienza nelle rotazioni del turnover. Quindici gare giocate in 2 anni – 6 nella stagione attuale, 3 in A 3 altrettante in Coppa -, è questo il bilancio del centrale rumeno che ha trascorso la maggior parte degli ultimi tempi tra terapie di riabilitazione e allenamenti personalizzati per ritrovare la condizione fisica migliore.

La malasorte ci ha messo di nuovo la zampino, chiudendo in anticipo il campionato in azzurro proprio quando sembrava aver ritrovato continuità: l'ex Tottenham non sarà disponibile prima del prossimo ritiro precampionato che segnerà l'inizio della stagione 2019/2020. Causa dell'ennesimo stop? L'operazione alla quale si è sottoposto a Villa Stuart [a Roma] per ridurre la lussazione alla spalla sinistra.

Vlad Chiriches è stato operato oggi a Villa Suart per la lussazione alla spalla sinistra – si legge nella nota ufficiale del Napoli che evidenzia il report medico sul calciatore -. Si è trattato di un intervento complesso che è perfettamente riuscito. Vlad sarà pronto per il ritiro estivo di Dimaro Folgarida.

La cronaca degli infortuni di Vlad Chiriches, fonte Transfermarkt
in foto: La cronaca degli infortuni di Vlad Chiriches, fonte Transfermarkt

Se ne riparlerà a luglio quando la squadra con ‘vecchi e nuovi' si ritroverà per il nono anno consecutivo in Trentino… sempre che le vie del mercato non lo spingano in altra direzione. Al momento sembra difficile che accada, considerato anche il contratto che lo vincola al Napoli fino al 2022 e una situazione fisica che non depone a suo favore.