José Maria Callejon sì, Dries Mertens no. Sembra questo l'orientamento del Napoli nella strategia dei rinnovi di contratto. Il belga (32 anni) è destinato a lasciare la maglia azzurra nonostante abbia più volte ammesso di immaginare ancora in azzurro il proprio futuro e di trovarsi bene nella città che lo ha elevato a beniamino. ‘Ciro' è il nome da partenopeo che l'attaccante ha accolto con piacere ripagando la simpatia e la stima da parte dei tifosi con le prestazioni in campo e i gol. Quanti ne ha segnati? Tanti. Sono 110 (finora) in 284 match giocati sotto il Vesuvio con una media di 0.39 a incontro. Cifra che può ancora variare e spingerlo ancora più in alto nella speciale classifica marcatori all-time dei partenopei: l'ex Psv attualmente è terzo alle spalle di Maradona (115) e l'ex capitano Marek Hamsik (121).

Dries Mertens, il futuro in Cina oppure in Major League

A proposito dello slovacco, Mertens potrebbe ritrovarlo in squadra nella prossima stagione considerati il contratto in scadenza nel 2020 (stipendio netto di 4 milioni netti), nessuna novità sul prolungamento e la conseguente possibilità di liberarsi a parametro (oppure essere ceduto a gennaio) a fronte di un valore di mercato attuale di 25 milioni (+15 milioni rispetto alla somma versata dal Napoli nel 2013). Il Dalian è la formazione che milita nel campionato cinese (non è la prima volta che il belga riceve offerte da quel Paese) e ha mostrato interesse ma non è da escludere che il calciatore scelga come sistemazione più congeniale la Major League Soccer in America.

José Callejon verso il rinnovo del contratto biennale

Destino diverso per José Maria Callejon (32 anni). Anche l'ex Real ha il contratto in scadenza nel 2020 (stipendio da 3 milioni netti) e tutto lascia presupporre (a differenza del compagno di squadra belga) che il suo futuro sarà ancora a Napoli per un altro paio di stagioni. Lo spagnolo ha attraversato tutte le fasi più recenti degli azzurri risultando fondamentale per Rafa Benitez, per Maurizio Sarri e adesso anche per Carlo Ancelotti: con tutti ha giocato con straordinaria continuità.

Una sorta di uomo assist, di ‘equilibratore' tra attacco e centrocampo, il classico calciatore che qualsiasi allenatore vorrebbe avere sia per la qualità espressa sia per la capacità d'interpretare più ruoli. Quanto vale oggi? Una cifra ragguardevole se rapportata all'età: 20 milioni di euro (+10 rispetto ai circa 10 milioni versati nelle casse dei blancos).