Qualche giorno fa sembrava un affare oramai consolidato e ai dettagli e invece ad oggi Sofyan Amrabat – almeno per ora – non ha concluso la trattativa con i partenopei. Anzi, tutto appare in stallo con il procuratore del giocatore che ha frenato l'accordo forse per nuove sirene di mercato e la speranza di giocare al rialzo. Il mercato di gennaio per il Napoli si era acceso con l'ufficialità del centrale dell'Hellas Verona, compagno di squadra di Amrabat, Amir Rrahmani e sarebbe potuto decollare con la conclusione di un altro accordo che al momento rischia addirittura di saltare.

Il motivo principale è che la società veneta ha capito di avere in rosa un gioiello che da qui a fine stagione può addirittura valorizzarsi ancora di più. Il 23enne marocchino è uno degli uomini più utilizzati da Ivan Juric, che lo ha trasformato nel faro del centrocampo del suo gioco, con il Verona che sta oltrepassando le più rosee aspettative di classifica.

Il mercato attorno a Amrabat: l'asta del Verona

La capacità di Amrabat  nell'abbinare qualità e quantità lo rende un profilo duttile, di prospettiva e soprattutto appetibile per molte squadre e, forse proprio per questo, attorno al ragazzo si starebbero aprendo altri scenari di mercato, altrimenti chiusi con la firma al Napoli. Il club partenopeo è sempre in pole, con la società scaligera ha già trovato l'accordo ma senza il consenso finale del giocatore è difficile pensare che si possa concludere ugualmente.

Inter e Fiorentina sullo sfondo

Dietro l'angolo ci sono altre pretendenti che in modo ufficioso si sarebbero fatte avanti anche per canali diversi, come i buoni rapporti che intercorrono tra le società, Come nel caso dell'Inter che con il Verona ha già imbastito trattative proficue per tutti (come l'arrivo del giovane attaccante Salcedo, di proprietà nerazzurra o come l'accordo di massima per Dimarco in questa sessione di gennaio). Ma c'è anche la nuova Fiorentina di Iachini che sta cercando elementi utili per rinforzare il centrocampo e la rosa in prospettiva (conscia di poter perdere in estate Federico Chiesa)