L'uno ha uno stipendio di oltre 7.5 milioni a stagione, l'altro di poco inferiore che si ferma a 7. L'uno è il portiere belga del Chelsea, Thibaut Courtois, l'altro è il difensore brasiliano David Luiz. Entrambi erano stati accostati al Napoli nell'ambito della transazione che il club inglese proverà a chiudere coi partenopei per l'ingaggio di Maurizio Sarri. Dopo aver contattato Luis Enrique, Blanc e Jokanovic i Blues  puntato al rialzo sulle quotazioni dell'ex allenatore degli azzurri che formalmente è ancora sotto contratto con il club campano (fino al 2020) ed entro il 31 maggio scorso poteva liberarsi previo pagamento della clausola rescissoria da 8 milioni. La situazione è tale che chiunque voglia il ‘mister' alla propria corte debba intavolare una trattativa con De Laurentiis.

Quanto chiede il massimo dirigente? Un indennizzo di 5 milioni di euro che equivale a una sorta di compensazione comprensiva anche dei 3 milioni che Sarri dovrebbe incassare come da contratto per altri due anni. Da Londra era arrivata una proposta indecente (per le casse del Napoli): ovvero inserire nella trattativa il portiere e il difensore. Ipotesi rispedita al mittente dai partenopei considerato che entrambi hanno ingaggi altissimi e completamente fuori dai parametri del club.

La strada più percorribile è quella che conduce alla cessione di Raul Albiol: lo spagnolo, ex del Real Madrid, è un fedelissimo del tecnico che lo avrebbe messo nella lista delle richieste in caso di approdo allo Stamford Bridge. Valore della clausola: 8 milioni, quanto basta per coprire la somma della clausola (sia pure scaduta). Soldi ai quali andrà aggiunta la buonuscita da 10 milioni di euro da corrispondere ad Antonio Conte, attualmente ancora sotto contratto e in attesa che sia il Chelsea a fare il prossimo passo licenziandolo ufficialmente.