C'è  grande attesa per il ritorno di Dries Mertens e per il suo futuro. L'attaccante belga del Napoli è rientrato in città nelle scorse ore dopo essersi curato dall'infortunio all’adduttore nel suo paese:  lavorerà prima da solo e poi verrà integrato con il resto del gruppo ma è difficile che possa essere a disposizione contro la Fiorentina sabato sera al San Paolo. Mertens potrebbe tornare "arruolabile" per la gara contro la Juventus del 26 gennaio. Sulle prospettive di recupero in breve tempo ne ha parlato ieri il tecnico Gattuso: "Mertens arriva stasera o domattina, s'è curato, gli mancheranno 4-5 giorni perché da 10 giorni non tocca palla, speriamo di averlo per settimana prossima".

Mertens resta fino a fine anno: Llorente ai saluti

In merito al futuro di Mertens, la situazione sembra chiara: al momento non si respira aria di rinnovo e a giugno dovrebbe lasciare il Napoli a parametro zero. La società ha cercato di trovare una soluzione contrattuale, che però non ha soddisfatto le aspettative e le richieste di uno dei simboli del club azzurro degli ultimi anni. Dries Mertens fino a fine anno, secondo quanto racconta Tuttosport, e poi deciderà dove andare. Il belga ha rifiutato la destinazione West Ham perché intende rispettare il contratto che ha ancora in essere col Napoli e sogna di riscrivere ogni record e scavalcare l’ex compagno di squadra, Marek Hamsik, nella classifica dei marcatori di tutti i tempi del Napoli. Attualmente il numero 14 si trova a 118 reti e deve arrivare a 121, in stagione.

La permanenza di Mertens dovrebbe mettere sul mercato libero Fernando Llorente, per il quale si sta valutando la possibilità di mandarlo in prestito al Tottenham. Arrivato su richiesta di Carlo Ancelotti, il centravanti spagnolo non rientra nei piani di Gattuso e dovrebbe lasciare Napoli nelle prossime settimane.