In casa Napoli c'è poca voglia di sorridere, anche se Rino Gattuso continua a reagire con positività al momento davvero negativo di Insigne e compagni. Un nuovo messaggio di speranza, dopo le parole rilasciate a margine della sconfitta con la Lazio, il tecnico partenopeo l'ha lanciato in occasione dell'incontro con l'inviato di Striscia la Notizia: sbarcato a Castel Volturno per consegnare il Tapiro d'Oro al mister azzurro.

"La colpa è mia, ma arriveranno momenti migliori: bisogna stringere i denti e lavorare", ha dichiarato Gattuso davanti alle domande sul momento di crisi della sua squadra. Come già capitato contro il Parma e l'Inter, il Napoli ci ha infatti messo del suo anche in occasione della rete di Immobile: un gol propiziato dall'ennesimo errore della difesa napoletana.

Gattuso a Castel Volturno – Twitter Napoli
in foto: Gattuso a Castel Volturno – Twitter Napoli

La missione di Gattuso

"Non è che la società ha sbagliato Gennaro? Forse era meglio prendere il Santo", lo ha incalzato Valerio Staffelli. "Bisogna andarci in visita tutti assieme – ha risposto Gattuso – perché prendiamo dei gol assurdi". Una decisa inversione di tendenza ora il tecnico l'aspetta già dalle prossime partite: quella contro il Perugia, valida per gi ottavi di finale di Coppa Italia, e quella con la Fiorentina del prossimo weekend. Gare che verranno entrambe giocate al San Paolo. "Mi trovo bene, lavoriamo e sono contento di essere qua – ha concluso ‘Ringhio' – È una squadra forte che attraversa un momento negativo, ma ne usciremo. Il Tapiro porta bene? Speriamo".

Per l'ex allenatore del Milan non è tra l'altro il primo Tapiro d'oro. Il giorno dopo il suo debutto sulla panchina rossonera, Gattuso venne raggiunto a Milanello da Staffelli per lo speciale riconoscimento. Quello del dicembre 2017, gli venne consegnato per il pareggio di Benevento: passato alla storia per la rete nei minuti di recupero del portiere Alberto Brignoli. Ieri numero uno del Benevento, oggi tra i pali della porta dell'Empoli.