Con Ancelotti sono cresciuto tanto, è il miglior allenatore che possa avere un giovane come me.

Gianluca Gaetano si è affacciato al calcio dei grandi e sta cercando di ritagliarsi pian piano il suo spazio. Il centrocampista del Napoli ha elogiato, ai microfoni di Radio Kiss Kiss, il tecnico azzurro Carlo Ancelotti, che lo ha aggregato in prima squadra dopo averlo visto nella Primavera allenata da Roberto Baronio. Il calciatore classe 2000 ha parlato dell'allenatore di Reggiolo e del cambio di ruolo grazie al selezionatore della squadra giovanile:

Ancelotti è il meglio che un giovane possa desiderare come allenatore. Ha esperienza, grande visione di calcio e riesce a comprendere benissimo le qualità. Sono felicissimo di lavorare con lui e sono certo che crescerò moltissimo sotto la sua guida. Mister Baronio mi ha dato un ruolo diverso e lo ringrazio perchè io giocavo attaccante mentre lui mi ha indicato come trovare meglio le mie caratteristiche maggiormente da centrocampista

Nell'ultimo turno di Youth League Gaetano ha segnato l'unico goal partenopeo nella sconfitta per 3-1 contro il Genk: "È un'avventura bellissima che ti porta grandi emozioni ed è importantissima per acquisire esperienza".

Gaetano: Napoli poco fortunato sotto porta

Sul momento sta vivendo la squadra partenopea Gaetano ha dichiarato:

Noi siamo solo poco fortunati sotto porta. A Genk abbiamo colpito 3 volte il palo ed abbiamo avuto tante occasione. È un momento che non gira bene, ma la squadra è viva e mostrerà il proprio valore. Adesso dobbiamo concentrarci solo sulla gara di domenica a Torino. Ci aspetta un campo difficile contro un avversario che ha fame di punti. Stiamo lavorando benissimo per ottenere il massimo e riprendere la nostra strada.

Gaetano: Insigne e Pogba i miei idoli

Infine Gianluca Gaetano ha confidato che la principale fonte di ispirazione è Lorenzo Insigne e il suo idolo è Paul Pogba:

Oltre a essere un grande talento, Insigne è un modello da seguire per professionalità e impegno. Io quando posso lo osservo e cerco di carpire il meglio sia da lui che dai campioni che abbiamo in rosa. Per quanto riguarda il ruolo mi piace quello del centrocampista offensivo. Mi piace tanto Pogba, è il mio idolo e spero un giorno di affrontarlo.