Dopo i due risultati deludenti con Genk e Torino, che hanno portato un po' di mare mosso dalle parti di Napoli, la squadra di Carlo Ancelotti è ora chiamata al pronto riscatto in occasione della partita con l'Hellas Verona: match valido per l'ottava giornata di Serie A e in programma domani, sabato 19 ottobre, alle ore 18.00. Il tecnico partenopeo, dalla sala stampa di Castel Volturno, ha così presentato l'impegno del San Paolo e commentato le recenti dichiarazioni di Aurelio De Laurentiis.

"A Napoli mi trovo bene e l'ho sempre detto, ma oggi la priorità non è parlare del mio rinnovo ma della situazione della squadra e del ciclo di partite che dobbiamo affrontare. Io dieci anni a Napoli? Le parole del presidente sono venute dal cuore, magari sono state anche un po' forti per alcuni giocatori, ma sono arrivate dal cuore. In questi giorni sono uscite molte frottole e lui ha chiarito diversi aspetti".

I rinnovi di Callejon e Mertens

"Dobbiamo tornare a fare punti e fare meglio delle ultime gare, che non erano comunque tutte da buttare  – ha aggiunto il tecnico – La squadra è consapevole dell'importanza della partita. L'Hellas ha fatto bene e ha grande solidità difensiva. Sarà una gara ad alta intensità, con molti duelli. È importante farsi trovare pronti. Lo scudetto? la voglia di lottare ci sarà fino alla fine". Prima di parlare del caldo Insigne, il mister ha poi toccato anche il tema dei rinnovi di Callejon e Mertens: "Il loro rendimento è stato ottimo, la società ha fatto un'offerta e ha la volontà di tenerli. Ora spetta a loro. Quando si fa un'offerta o si dice di sì o di no, quindi credo che sta ai giocatori valutare tutte le cose e prendere la decisione giusta per loro".

Il caso Insigne

"Lorenzo ha fatto un ottimo inizio di stagione, poi ha avuto un attimo di sbandamento e De Laurentiis l'ha fatto notare. Per me e per la squadra è di fondamentale importanza, quand'è sereno e allegro dà il meglio di sé, quand'è ombroso non riesce a tirare fuori tutte le potenzialità – ha concluso Ancelotti – Io gli ho fatto rimarcare questo con la tribuna di Genk, un gesto forte, ma ora si sta allenando serenamente e farà bene in questo ciclo di partite".