Inizia con il botto la sfida di domenica tra Sampdoria e Udinese, con gli ospiti subito in vantaggio grazie ad uno spunto di Nestorovski che chiude di testa su un cross proveniente dalla destra. Ma è tutto vano: passano un po' di minuti di conciliabolo con i responsabili del VAR per annullare il vantaggio dei friulani. Sui due gol del primo tempo (ancora Nestorovski e poi Gabbiadini) tutto regolare. Così come per il rigore nel finale alla Samp: il fallo su Quagliarella c'è.

Fuorigioco, giusto annullare con il VAR

Dalle immagini che arrivano dalla moviola a bordo campo si vede chiaramente che quando parte il cross la punta dell'Udinese si trova al di là di tutto lo schieramento difensivo della Sampdoria: colpo di testa d'autore ma azione viziata dall'offside. Giusto annullare il gol bianconero con Pairetto che fa il segno dello schermo del VAR e fa cenno di proseguire sul risultato di 0-0.

Regolari i gol di Nestorovski e Gabbiadini

Niente da dire invece, sul gol ancora di Nestorovski su cui il direttore di gara non interviene convalidando questa volta il vantaggio dei friulani: è il 29′ e l'attaccante bianconero dal limite tira in porta con la sfera che tocca un difensore e beffa Audero. Giusto anche il fallo al 49′ del primo tempo a pochi metri dall'area di rigore dell'Udinese da cui scaturisce la punizione vincente di Gabbiadini che trova il ‘sette' vincente.

Espulsione Jajalo, corretta

L'espulsione di Jajalo è anch'essa una considerazione corretta da parte di Pairetto: il centrocampista dell'Udinese è già ammonito e il colpo da dietro merita una nuova sanzione. Superficialità del giocatore ma interpretazione giusta da parte del direttore di gara

Rigore Sampdoria: giusto darlo

Infine l'episodio del rigore per la Sampdoria: in area di rigore Quagliarella controlla la sfera ma viene colpito duro da dietro e finisce a bordo campo a farsi medicare. Anche in questo caso Pairetto si affida al VAR: il penalty c'è. Ramirez lo realizzerà dagli 11 metri.