Izzo salta col braccio largo e tocca il pallone.
in foto: Izzo salta col braccio largo e tocca il pallone.

Sono due gli episodi di Roma-Torino finiti sotto la lente d'ingrandimento della moviola. Il primo è quello relativo al pallone toccato con il braccio da Armando Izzo, graziato del secondo giallo dal direttore di gara tra le proteste dei calciatori giallorossi. Il secondo invece fa riferimento al rigore concesso con il Var al Torino per un fallo di mano di Smalling in area, realizzato poi da Andrea Belotti.

Moviola Roma-Torino, manca il secondo giallo ad Armando Izzo

Al minuto 76′ di Roma-Torino proteste veementi della squadra di Fonseca e di tutto l'Olimpico. Sugli sviluppi di un cross dalla sinistra di Kolarov, Armando Izzo salta con il braccio largo, con il pallone che dopo aver sfiorato la testa finisce proprio sul suo arto destro. Il direttore di gara concede la punizione alla Roma, ma non punisce il difensore con il giallo che sarebbe stato il secondo per lui, già ammonito nella prima frazione. Una scelta destinata a far discutere e che ha mandato su tutte le furie Alessandro Florenzi che al contrario di Izzo è stato punito con il cartellino giallo per proteste. La beffa oltre al danno per lui.

Rigore concesso col Var alla Roma per fallo di mano di Smalling

Nel finale il direttore di gara Di Bello ha interrotto il gioco per ricorrere, su segnalazione del Var al monitor a bordo campo. L'arbitro ha voluto rivedere quanto accaduto in precedenza nell'area del Torino: Belotti ha tentato una conclusione murata dal corpo di Smalling. Il difensore inglese si è opposto con la parte bassa della schiena, ma subito dopo si è portato avanti il pallone con il braccio sinistro. Nessun dubbio per Di Bello che ha indicato il dischetto concedendo al Torino il calcio di rigore che ha permesso a Belotti di firmare la doppietta, e chiudere i conti.