Due gli episodi da moviola che hanno caratterizzato la partita tra Napoli e Genoa. Uno nel primo tempo, dopo pochi minuti; l'altro nella ripresa e scandito da un lungo consulto tra il direttore di gara e la cabina di regia del Var per gli sviluppi di un calcio di punizione calciato da Dries Mertens. Ecco nel dettaglio quali sono i due casi sul taccuino.

Gol annullato al Napoli, Lozano era in fuorigioco

Lorenzo Insigne va a segno in avvio di match e finalizza un bel contropiede del Napoli ma la rete viene annullata dall'arbitro Calvarese. La decisione del direttore di gara (coadiuvato al Var da Chiffi) è giusta considerato che l'azione è viziata da una posizione di fuorigioco di Lozano. L'attaccante messicano era scattato in posizione di off-side e, una volta servito da Mertens nell'area di rigore del Genoa, non riesce a trovare attimo e coordinazione giusti per la conclusione. Il tiro viene rimpallato e sulla ribattuta della difesa la sfera arriva a Insigne che di destro la indirizza all'incrocio dei pali. La gioia del 24 azzurro, però, dura poco. Rete non convalidata.

Punizione di Mertens, braccio in barriera ma il Var non dà rigore

Una deviazione di braccio di un calciatore del Genoa in barriera diviene oggetto di un lungo e meticoloso controllo da parte del Var. In campo l'arbitro Calvarese chiede alle squadre di avere pazienza: dalla cabina di regia gli dicono che, in occasione della palla calciata dall'attaccante belga, s'è verificato un episodio sospetto. Quale? Un calciatore del Grifone alza troppo il gomito e intercetta la sfera tirata dall'avversario. Dal fermo immagine fornito dalla stessa regia del Var e mostrato dalla tv si nota come il giocatore dei liguri abbia sì il braccio abbastanza alto ma la valutazione fatta dagli arbitri al Var è che in realtà stesse semplicemente proteggendo il volto e non vi fosse alcuna intenzionalità.

Radu nega il gol a Elmas, palla non del tutto entrata

Capita nei minuti finali una delle azioni da gol più ghiotte e nitide per il Napoli. C'è Lozano che sulla destra arriva sul fondo e crossa verso il centro. Elmas, da posizione arretrata, batte di testa e indirizza la sfera nell'angolino alla sinistra di Radu. Il portiere del Genoa si distende e devia la palla: sembra entrata ma la tecnologia aiuta l'arbitro, la sfera non ha oltrepassato del tutto la linea di porta.