L'espulsione di Musacchio per un brutto fallo su Ribery avvenuta con l'ausilio del Var. Un gol annullato alla Fiorentina per fuorigioco di Chiesa. Due calci di rigore assegnati (12′ e 69′) alla Viola entrambi per un intervento maldestro di Bennacer. Sono questi i quattro episodi chiave della partita tra Milan e Fiorentina, vinta dalla squadra di Vincenzo Montella per 2-0. Quattro momenti che segnano la profonda crisi dei rossoneri e rilanciano le ambizioni dei toscani dopo un avvio di campionato durissimo.

Milan in 10 per il rosso con il Var a Musacchio

È l'episodio determinante della partita e capita nella ripresa, calando il sipario su ogni velleità di rimonta del Milan. La Fiorentina è in vantaggio grazie a un calcio di rigore segnato da Pulgar e Musacchio la combina grossa a centrocampo. Il difensore rossonero interviene col piede a martello su Ribery ma inizialmente sembra cavarsela solo con un'ammonizione. Richiamato al Var, l'arbitro Giacomelli rivede la dinamica dell'intervento e ne rivaluta la gravità. L'ex centrale del Villarreal viene espulso.

Bennacer mette lo zampino nei due rigori per la Viola

L'ex centrocampista dell'Empoli diventa protagonista dei due penalty concessi alla Fiorentina. Al 12′ ferma in maniera irregolare Chiesa (Pulgar non sbaglia dal dischetto), al 69′ replica su Castrovilli (Chiesa s'incarica della battuta ma si lascia ipnotizzare da Donnarumma).

I rossoneri reclamano un penalty per un presunto fallo di Caceres

Capita verso la mezz'ora del primo tempo: è l'episodio che fa scattare le proteste del Milan che chiede un rigore per presunto fallo di Caceres su Piatek. La marcatura serrata ed energica è efficace, l'arbitro però non ravvede gli estremi per concedere il rigore tra le lamentele dello stesso calciatore.

Gol annullato alla Fiorentina, Chiesa in fuorigioco

Al 28° del primo tempo la Fiorentina passa con un gol di Castrovilli ma il direttore di gara annulla per la posizione di fuorigioco di Chiesa, autore dell'assist dal quale è scaturito la rete.