L'episodio da moviola di Lazio-Napoli sul quale accendere i riflettori capita nella ripresa e vede protagonista Luis Alberto. Accade in piena area di rigore quando il calciatore spagnolo viene colpito al polpaccio al momento della battuta. L'intervento in scivolata del difensore dei partenopei (Hysaj) è tempestivo ma pericoloso. L'arbitro Orsato però non ha ritenuto ci fossero gli estremi per concedere fallo e massima punizione. Altra situazione che pure ha alimentato qualche contestazione (meno marcata) da parte dei padroni di casa è una presunta spunta su Ciro Immobile ma nell'occasione l'attaccante della Lazio è sembrato accentuare la caduta. Ecco i due momenti del match.

Proteste della Lazio per un fallo su Luis Alberto

È forse questa l'azione che ha suscitato maggiori perplessità e che ha rischiato di "regalare" alla Lazio un calcio di rigore. La partita è sullo 0-0, si gioca con agonismo, intensità. Inzaghi e Gattuso muovono le pedine sullo scacchiere tattico e provano a bloccare le reciproche fonti di gioco. Si vive di guizzi e fiammate improvvise: da un lato Insigne e Zielinski, dall'altro il "solito" Luis Alberto che intorno al 56° mette i brividi alla formazione partenopea. Il centrocampista dei capitolini entra in area di rigore dal lato alla sinistra di Ospina e, al momento della battuta, viene affrontato in tackle da un avversario. C'è il contatto? Sembra di sì ma allo stesso tempo non inficia il tiro.

Immobile cade in area ma sembra accentuare la caduta

Poco prima dell'azione di Luis Alberto la Lazio aveva protestato per un presunto atterramento di Ciro Immobile in piena area di rigore del Napoli. Due momenti che fotografano il tentativo da parte della squadra di Inzaghi di mettere pressione al Napoli. Cosa è successo nell'occasione? Le immagini mostrano che in realtà sia la punta biancoceleste a sbattere contro Fabian Ruiz più che lo spagnolo a compiere un movimento scorretto nei suoi confronti.