Una scivolata di Emre Can pericolosa in area di rigore. Un tocco di Cuadrado su Immobile. L'ammonizione abbastanza ingenua presa da Pjanic che gli costerà un turno di squalifica. Sono questi alcuni degli episodi da moviola che hanno caratterizzato la sfida tra la Lazio e la Juventus all'Olimpico. Tutti avvenuti nel corso di una prima frazione equilibrata, scandita dalle reti di Cristiano Ronaldo e poi Luiz Felipe. Nella ripresa invece una brutta entrata di Luiz Felipe su Matuidi avrebbe meritato una sanzione ben più severa mentre è apparsa netta la decisione di espellere Cuadrado col Var. Giusto il penalty concesso alla Lazio per fallo di Szczesny su Correa.

Szczesny stende Correa, rigore per la Lazio (parato)

Calcio di rigore per la Lazio al 77°. A commettere il fallo è il portiere della Juventus, Szczesny: l'estremo difensore polacco atterra Correa in area, il contatto è evidente e Fabbri non ha dubbi: è rigore, che trova la conferma anche dalla cabina i regia del Var col più classico silent check. Immobile va sul dischetto, Szczesny si fa perdonare e para.

Cuadrado ‘abbatte' Lazzari, rosso col Var per il colombiano

Un cartellino rosso col Var. Lo prende Cuadrado nella fase cruciale della ripresa quando, verso il 66°, per fermare un contropiede di Lazzari si lancia addosso all'avversario e lo abbatte. Inizialmente prende un cartellino giallo ma l'intervento degli arbitri dalla cabina di regia corregge la decisione di Fabbri: fallo da ultimo uomo ed espulsione.

Luiz Felipe, piede a martello su Matuidi: meritava il rosso, non è stato ammonito

Tackle pericolo e col piede a martello. È così che Luiz Felipe entra sullo stinco di Matuidi ma l'arbitro, Fabbri, lascia proseguire il gioco. Non solo manca una punizione per la Juventus ma anche il cartellino per il difensore della Lazio: un intervento che poteva essere sanzionato anche col rosso diretto a giudicare dalla pericolosità ma per il direttore di gara non era nemmeno da giallo.

Emre Can in scivolata su Lucas Leiva, è solo calcio d'angolo

Emre Can rischia grosso verso la fine del primo tempo quando interviene in scivolata su Lucas Leiva, giunto quasi all'altezza dell'area piccola bianconera. C'è contatto? Il tedesco commette fallo? I capitolini protestano ma né per l'arbitro Fabbri né per il Var ci sono gli estremi del calcio di rigore. È calcio d'angolo. Le immagini, però, non sono dirimenti: il centrocampista sicuramente colpisce prima la palla ma non è chiaro se per l'inerzia del movimento tocca anche l'avversario. Intervento al limite e molto rischioso.

Bentancur sgambetta Correa ma il fallo è fuori area

Intorno alla mezzora c'è un altro episodio che fa scattare le proteste della Lazio, anche in questo caso vanificate dalla decisione giusta del direttore di gara. Bentancur commette fallo su Correa ma lo fa fuori dall’area – seppure di pochissimo -. Rischio altissimo per il mediano ex Boca ma è corretta la decisione dell'arbitro di assegnare solo una punizione dal limite (non c'è intervento da parte del Var). Unica pecca, il fallo dell'uruguagio poteva anche essere sanzionato con un'ammonizione.

Contatto Cuadrado-Immobile ma non è da rigore

Lazio e Juventus si affrontano a viso aperto. Ciro Immobile è uno degli ‘osservati speciali' da parte dei bianconeri. Al 28° è Cuadrado, però, che quasi commette una sciocchezza: con la mano tocca leggermente l’attaccante della Lazio che cade in area. Il calciatore si rialza subito e si volta verso l'arbitro che, apparso in buona posizione per giudicare lo sviluppo dell'azione, non assegna il penalty. Il Var non interviene e confermando la decisione dell’arbitro.

Pjanic ammonito, verrà squalificato per una giornata

Dieci minuti di gioco e Miralem Pjanic prende il primo cartellino giallo della partita per aver trattenuto Lazzari (lanciato in contropiede). Una sanzione pesante per il centrocampista della Juventus che, diffidato, non giocherò contro l'Udinese.