L'episodio da moviola più importante di Juventus-Roma capita alla fine del primo tempo e vede protagonista Leonardo Bonucci, autore della rete del 3-0 che assesta un colpo durissimo ai giallorossi. Cristiano Ronaldo aveva aperto le marcature, poi il raddoppio di Bentancur e infine il guizzo del difensore allo scadere della prima frazione hanno scandito il dominio netto della formazione di Maurizio Sarri e l'incapacità di quella giallorossa di rendersi pericolosa in avanti. Kalinic, schierato al posto di Dzeko squalificato, è apparso avulso rispetto alla manovra.

Un piede di Diawara tiene in gioco Bonucci, il Var conferma il gol

Douglas Costa – buona la prestazione nel complesso del brasiliano – serve un cross perfetto dalla destra: palla a tagliare, carica di effetto che arriva dall'altra parte dell'area giallorossa. Là in fondo c'è Bonucci che ha alzato il braccio, segnalando la posizione al compagno di squadra. L'ex Bayern Monaco intuisce che ci sono margini per innescare un'azione da gol e calibra alla perfezione il traversone. È in questo momento che nascono i dubbi maggiori sulla posizione dello stesso Bonucci e di altri calciatori della Juventus che sembrano al di là della linea dei difensori della Roma.

Terzo gol convalidato, ecco perché non era fuorigioco

È fuorigioco? No, perché sul cross dell'esterno d'attacco sudamericano il Var dimostrerà che l'autore del gol parte in posizione regolare. Attraverso il sistema di linee virtuali tracciate sul campo e dopo un rapido silent-check tra campo e cabia di regia verrà confermata la rete del difensore bianconero. Chi lo teneva in gioco? Le immagini mostreranno che a "salvare" Bonucci è stato Diawara: l'ex centrocampista del Napoli lo tiene in gioco per un piede… di pochissimo ma abbastanza perché il direttore di gara possa convalidare il gol.