L'episodio da moviola che ha tenuto col fiato sospeso il Cagliari e i suoi tifosi capita al 26° del primo tempo, in occasione della rete del vantaggio segnata dall'Inter con Lautaro Martinez. In realtà passa ancora un po' di tempo – altri 3 minuti – prima che la rete venga convalidata con il Var dal direttore di gara Maresca su segnalazione degli arbitri in cabina di regia, Fabbri e Preti.

Il fuorigioco segnalato dall'assistente di linea

A far discutere è la posizione di fuorigioco che induce l'assistente di linea ad alzare la bandierina per segnalare la situazione di off-side nella quale cade l'argentino. L'attesa è snervante, lo stesso Maresca fa segno ai calciatori che occorre aspettare ancora un po', e termina quando il fischietto mima con le mani il video e poi indica il dischetto di centrocampo assegnando la rete ai nerazzurri. Maran, tecnico del Cagliari, impreca ma la decisione è presa.

Perché il Var ha convalidato il gol di Lautaro a Cagliari

Passiamo in rassegna cosa è accaduto in quegli istanti e soprattutto fissando la posizione di partenza di Lautaro Martinez. L'attaccante dell'Inter si trova nell'area di rigore del Cagliari e, su cross di Sensi, sarà bravo ad anticipare l'avversario indirizzando la palla verso il palo alla sinistra di Olsen: la sfera carambola in rete ma la gioia del sudamericano è smorzata dall'arbitro Maresca che non convalida subito il gol per effetto del fuorigioco segnalato dall'assistente di linea. L'episodio viene controllato al Var: dalla control room ribaltano la decisione e reputano ‘regolare' la posizione della punta nerazzurra.

Il piede di Radja Nainggolan ‘salva' la regolarità dell'azione

Il motivo? C’è il piede di Radja Nainggolan [il belga, ex di turno, compare nella parte alta del fotogramma isolato] che tiene in gioco tutti. E' una questione di millimetri, quanto basta per convalidare la rete di Lautaro Martinez.

Proteste del Cagliari per un tocco di braccio di Brozovic

Ceppitelli verrà ammonito dall'arbitro Maresca per aver protestato con decisione in seguito al tocco di gomito di Brozovic in area di rigore. Dall'azione si evince che il braccio del croato è aderente al corpo su cross del calciatore del Cagliari.

Sensi agganciato alla caviglia, c'è il rigore per l'Inter

Pochi minuti dopo il rigore non concesso per tocco di Brozovic, viene assegnato il penalty all'Inter per un fallo commesso su Sensi. Come si evince dalla moviola, il centrocampista nerazzurro viene agganciato alla caviglia sinistra dall'avversario, Pisacane, mentre tenta di liberarsi della marcatura con una finezza tecnica.