La rivoluzione annunciata porterà ad addii clamorosi. Che sia a gennaio oppure a giugno, la strada del Napoli è tracciata. Un ciclo s'è chiuso, per foraggiarne un altro serve vendere, incassare, reinvestire. Se De Laurentiis l'avesse fatto per tempo – magari alla fine dello scorso campionato – forse avrebbe evitato mal di pancia ed evitato che il partito degli scontenti di auto-alimentasse. Lo farà con un anno di ritardo, la linea spartiacque sarà la qualificazione (o meno) agli ottavi di finale di Champions nella speranza che nella seconda parte del torneo si possa porre rimedio ai disastri della prima guadagnando posizioni in classifica.

Contratto fino al 2023, il senegalese è il più pagato del Napoli

Chi lascerà la maglia azzurra? I nomi maggiormente indiziati sono noti da tempo: Mertens, Callejon (quest'ultimo anche nella sessione invernale), Insigne, Allan e Koulibaly. Il difensore centrale senegalese è uno dei pezzi pregiati, veste la maglia dei partenopei da 6 e di recente (settembre 2018) ha rinnovato il contratto fino al 2023. È il giocatore più pagato della rosa del Napoli con uno stipendio netto di 6 milioni di euro a stagione.

Valore di mercato e richiesta del club: operazione da 90-100 milioni

Dalla sua cessione il club confida di ricavare un bel po' di soldi. Quanto? Anche un centinaio di milioni, la stessa cifra che nell'estate scorsa rifiutò per trattenere il calciatore finito nel mirino delle più forti e importanti squadre europee. Non è certo un mistero che il Real Madrid lo abbia puntato (oltre all'ex stellina del Betis, Fabian Ruiz) né che dall'Inghilterra non abbiano mai spento i riflettori sull'ex Genk. E dall'Inghilterra – secondo le ultime notizie di calciomercato – è il Tottenham a essersi messo sulle tracce di Koulibaly per espressa indicazione di José Mourinho che lo avrebbe voluto con sé anche a Manchester (sponda United).

Koulibaly può diventare il difensore più pagato della storia

Il valore di mercato attuale – secondo Transfermarkt – è di 75 milioni di euro, una somma inferiore rispetto alle pretese della società: 90/100 milioni, è questa la cifra al di sotto della quale il Napoli non intende trattare. Così fosse, Koulibaly diverrebbe il difensore più pagato della storia superando Virgil van Dijk (84.5 milioni spesi dal Liverpool per prelevarlo dal Southampton nel 2018) e Harry Maguire (87 milioni, la cifra versata dallo United nelle casse del Leicester). E i blancos? Per adesso sembrano intenzionati a svenarsi fermando l'asticella a 75 milioni e concedendo a Mou un leggero vantaggio (per adesso).