Il dirigente calcistico Carmelo Bongiorno è morto improvvisamente, probabilmente stroncato da un infarto, aveva 67 anni, da decenni lavorava nel mondo del calcio, era un abile talent scout, ha lavorato per più di quindici anni per l'Empoli, da un anno e mezzo faceva l'osservatore della Spal, recentemente era stato visto al torneo Costa Gaia di Alcamo.

Chi era Carmelo Bongiorno

Aveva 67 anni Carmelo Bongiorno dirigente calcistico e uomo di sport che per oltre quindici anni, esattamente dal 2002 al 2018, aveva lavorato come scuot per il settore giovanile dell'Empoli. Da quasi un anno e mezzo era sotto contratto per la Spal, e che fino a oggi era un dirigente sportivo del Calcio Ribolla. Bongiorno amava il calcio e cercava di scovare qualche talento sconosciuto sui campi siciliani, recentemente era stato visto al torneo Costa Gaia di Alcamo. Due anni e mezzo fa Bongiorno fu a un passo dal Palermo. Quando l'ex terzino Dario Baccin andò via, passando all'Inter, la società allora di Zamparini pensò proprio a lui come responsabile del settore giovanile, ma poi virò su un altro nome. Bongiorno aveva lavorato anche con la Fortitudo Bagheria ed era stato anche direttore sportivo della polisportiva Calcio Sicilia.

Il cordoglio della Demma Ribolla Calcio

La società Demma Ribolla Calcio si unisce al dolore per la scomparsa dell’ex dirigente sportivo Carmelo Bongiorno e desidera esprimere ai suoi cari le più sentite condoglianze. Tutte le gare in programma nella giornata odierna sono rinviare da data da destinarsi.