Una bella rete di Arkadiusz Milik ha permesso al Napoli di espugnare lo stadio di Bergamo e di continuare l'inseguimento alla Juventus. Gli azzurri di Carlo Ancelotti hanno vinto 2-1 in casa dell'Atalanta grazie alle reti di Fabian Ruiz e del centravanti polacco, che hanno reso vana la legge dell'ex ribadita da Duvan Zapata e si sono messi di nuovo alla caccia della Vecchia Signora. Una buona gara da parte della squadra partenopea in casa di una formazione che ha creato e creerà problemi a tante squadre e c'è da sottolineare la prova di forza e di volontà che ha portato nel finale a trovare la zampata vincente per portare via i 3 punti dall'Atleti Azzurri d'Italia e a tenere invariata la distanza di 8 punti dalla capolista.

Fabian Ruiz subito in goal, gara in salita per la Dea

Al 2′ il Napoli ha sbloccato il risultato con Fabian Ruiz e ha ammutolito quella parte di stadio che subito aveva iniziato ad intonare cori "anti-Napoli", come  anticipato nei giorni scorsi: lo spagnolo ha insaccato da pochi passi un contropiede ben orchestrato da Lorenzo Insigne e ha calciato forte e preciso alle spalle di Berisha.

Errore di lettura in fase difensiva da parte di Hateboer che ha seguito con lo sguardo il pallone e ha perso l'uomo alle sue spalle: questo ha permesso all'ex centrocampista del Betis di calciare a rete in maniera quasi indisturbata. Per Fabian Ruiz si tratta del terzo goal nelle ultime tre trasferte giocate di campionato (Udine, Genova e Bergamo). L'Atalanta ha provato a reagire subito ma la squadra di Ancelotti si è difesa bene e ha rischiato molto poco, se togliamo un rinvio sbilenco di Ospina che poteva avere conseguenze ben peggiori.

Milik fa gioire il Napoli: Bergamo espugnata

La Dea nella ripresa è partita forte e con il Papu Gomez ha provato a mettere paura a Ospina ma Raul Albiol ha coperto bene la sua porta e ha evitato il peggio. Il goal del pari è arrivato al 56′ con l'ex Duvan Zapata che da pochi passi ha stoppato di sinistro e insaccato di destro dopo una sponda di de Roon. Azione nata da un cross proveniente dalla fascia sinistra e, in rapida sequenza, un liscio di Callejon più una svirgolata di Rigoni, che hanno permesso al pallone di arrivare dalle parti del centrocampista olandese.

Nel finale Ancelotti si è giocato anche le carte Piotr Zielinski e Arkadiusz Milik e proprio il centravanti polacco ha trovare il goal della vittoria su assist di Mario Rui. L'attaccante nato a Tychy è riuscito a sfruttare i pochi minuti concessigli dal tecnico di Reggiolo e ha permesso agli azzurri di portare a casa 3 punti importantissimi: per il numero 99 è la quinta rete stagionale. Una rete importante e davvero bella: Milik ha fatto metà rete con lo stop e poi ha insaccato con il piede preferito alle spalle di Berisha.

Una vittoria essenziale per non far scappare via, ulteriormente, la Juventus e tenere la fiammella della speranza accesa per la corsa al titolo: il Napoli ha vinto su un campo difficile (basta vedere la scoppola rimediata dall'Inter qualche settimana fa) e guarderà con grande attenzione al derby d'Italia di venerdì per vedere se qualcosa potrà cambiare nella prossime giornate del torneo.