Che fine ha fatto il vero Krzysztof Piatek? Il polacco in questo avvio di stagione sembra il lontano parente del bomber che nella scorsa stagione ha conquistato la scena segnando gol a raffica con la maglia del Genoa prima e del Milan poi. Il momento no del classe 1995 (che prosegue anche in nazionale) non incide però sull'appeal di mercato alla luce delle ultime indiscrezioni provenienti dall'Inghilterra con il Chelsea molto interessato alle sue prestazioni, già in vista di gennaio. Blocco di mercato permettendo.

Milan, nelle ultime di mercato l'interesse del Chelsea per Krzysztof Piatek

A poco più di una settimana dalla chiusura del mercato estivo, c'è già chi pensa alle prossime mosse di gennaio. Si tratta del Chelsea che, secondo quanto riportato dal The Sun, avrebbe messo nel mirino un'attaccante della Serie A, ovvero Krzysztof Piatek. Quest'ultimo dopo l'exploit della scorsa stagione, sta vivendo un momento di appannamento in termini realizzativi al Milan. Una situazione che non ha inciso però sul suo appeal di mercato a giudicare l'interesse dei Blues. I londinesi infatti sono a caccia di un bomber per rinforzare un reparto offensivo che può contare sul giovane e promettente Abraham, su Giroud e su Batshuayi. Il tutto ovviamente sperando in uno sconto della pena sul blocco del mercato che potrebbe permettere al patron Abramovich di recuperare a gennaio il tempo perduto rinforzando la rosa e rimediando dunque ad un'estate senza colpi.

Il futuro di Piatek al Milan

Ma Krzysztof Piatek può lasciare il Milan a gennaio? Difficile pensare al momento ad un addio del polacco già nella prossima sessione di trattative, a metà di quella che dovrebbe essere la sua prima stagione intera in rossonero, dopo i 6 mesi più che positivi di quella scorsa (dopo l'acquisto dal Genoa nel mercato di riparazione). Quello che è certo è che il bomber ha gli occhi addosso non solo del Chelsea, ma anche di molte altre big sorprese del suo rendimento e del suo fiuto del gol. Un feeling con la porta che sembra essersi smarrito nelle prime uscite stagionali con i rossoneri e con la nazionale polacca.

Piatek, l'inizio di stagione difficile e la maledizione della maglia numero 9

Due partite senza gol in Serie A (29′ contro l'Udinese con Giampaolo che gli ha preferito inizialmente André Silva e 90′ contro il Brescia), e un match senza squilli da titolare con la Polonia in occasione della sconfitta con la Slovenia (contro l'Austria poi è rimasto addirittura in panchina). Una situazione che ha fatto suonare il campanello d'allarme soprattutto in considerazione delle doti mostrate dal polacco nella scorsa stagione quando si era presentato come un vero e proprio "re mida" del gol. C'è addirittura chi ha fatto riferimento alla "maledizione della maglia numero 9", alimentando la grande attesa nel prossimo match contro il Verona, in cui potrebbe avere l'occasione giusta per ritrovare il fiuto perduto. In caso contrario il futuro del giocatore potrebbe anche cambiare, così come la sua eventuale quotazione di mercato con il Chelsea alla finestra.