Nell’ultima partita di campionato il Milan non disporrà di Suso. L’esterno offensivo spagnolo, che in estate potrebbe lasciare i rossoneri, ha accusato un problema muscolare e ha alzato bandiera bianca. Il giocatore si ferma ufficialmente per una decina di giorni. Gattuso potrebbe decidere di sostituire l’ex Liverpool con Borini oppure potrebbe cambiare modulo contro la Fiorentina, in una sfida chiave per l’Europa League.

Come giocherà il Milan contro la Fiorentina. Se Gattuso, come probabile, deciderà di confermare il 4-3-3 potrebbe schierare nel tridente Borini, ma potrebbe anche decidere di avanzare Bonaventura e in quel caso a metà campo con Kessié e Biglia potrebbe giocare Locatelli. Se invece opterà per un 4-3-1-2, lo schema prediletto dell’ex presidente Berlusconi, Calhanoglu potrebbe agire dietro le due punte: Kalinic e Cutrone. Ma non va scartato il 4-4-2, sempre con due punte centrali.

Milan-Fiorentina, in palio l’Europa League. Milan, Atalanta e Fiorentina si giocano i due posti residui per la seconda competizione continentale europea per club. Il Milan ha 61 punti ed è sicuro di andare in Europa, l’Atalanta ne ha 60, la Fiorentina 57. Per i viola raggiungere il settimo posto è alquanto complicato. Perché la Fiorentina deve vincere a San Siro, sperare in una sconfitta dell’Atalanta contro il Cagliari e deve sperare di vincere contro il Milan con tanti gol di scarto e contestualmente i nerazzurri devono perdere con più di un gol di scarto in Sardegna. Perché in caso di parità di punti tra Fiorentina e Atalanta si guarderebbe alla differenza reti, perché i confronti diretti sono pari, e la squadra di Gasperini ha sette gol di vantaggio. Il Milan se vince è sicuro del sesto posto, che dà l’accesso diretto, se pareggia o perde rischia di essere superato dall’Atalanta.