Nonostante le parole di Maldini dopo il tonfo interno contro la Fiorentina, la posizione di Marco Giampaolo è tutt'altro che salda. Le ultime notizie in casa Milan raccontano delle riflessioni della dirigenza che sta valutando tutte le prospettive, e anche diverse alternative in caso di esonero del mister. A quest'ultimo potrebbe essere concessa una fiducia a tempo in vista della sfida contro il Genoa, ultimo impegno prima della sosta. Per la successione oltre ai nomi di Rudi Garcia, Ranieri e Spalletti, spunta anche la pista Shevchenko-Tassotti, anche se l'ucraino non sembra intenzionato a lasciare la panchina della sua nazionale.

Milan, ore di riflessione sul futuro di Giampaolo tra esonero e fiducia a tempo

Sono ore di riflessione in casa Milan per il futuro di Marco Giampaolo. Le parole del direttore tecnico Maldini dopo il ko interno contro la Fiorentina, non sono una garanzia di conferma per l'ex mister della Samp, al quale comunque la dirigenza sta pensando di concedere l'ultima chance. Giampaolo potrebbe restare dunque in panchina fino alla prossima sfida tutt'altro che semplice in casa del Genoa, in programma sabato 5 ottobre alle 20.45. In caso di flop a quel punto l'addio sarebbe inevitabile, con il nuovo mister che potrebbe approfittare della sosta per gli impegni delle nazionali per prendere confidenza con il nuovo incarico.

Chi sostituirà Giampaolo al Milan in caso di esonero

In caso di esonero di Giampaolo, chi sarà il nuovo allenatore del Milan? La dirigenza rossonera è al lavoro per valutare diverse alternative per il futuro della panchina. I nomi più caldi delle ultime ore sono quelli di Rudi Garcia (in pole) e Claudio Ranieri (con l'ipotesi Spalletti o quella legata ad un sorprendente ritorno di Gattuso in secondo piano e molto difficili). Si è parlato anche di un possibile tandem formato da Shevchenko e Mauro Tassotti, due figure che conoscono benissimo l'ambiente Milan. Una prospettiva di difficile concretizzazione visto che la grande gloria ucraina non sembra intenzionata per ora a lasciare la panchina della sua nazionale che vuole portare agli Europei. Boban, Maldini e Massara studiano il da farsi, mentre la squadra oggi non si allena, con ripresa dei lavori prevista per domani