In attesa di definire quale sarà il prossimo colpo di mercato, il Milan è al lavoro anche per sfoltire la rosa di Stefano Pioli. Tra i giocatori in uscita c'è anche Fabio Borini: poco utilizzato in questa prima parte di stagione e deciso a svincolarsi dal club rossonero. Dopo i contatti con Genoa e Sampdoria, nelle ultime ore si è fatto avanti con decisione il club del presidente Setti che è riuscito a convincere il giocatore e strappare una risposta positiva.

Come riportato da Sky, l'accordo che Borini avrebbe già trovato con la società scaligera sarebbe di sei mesi e terminerebbe nel prossimo giugno: ovvero alla stessa scadenza di quello attuale firmato a suo tempo con il Milan. Al termine del contratto, l'attaccante valuterà il da farsi ed eventualmente prolungherà con l'Hellas Verona anche per la prossima stagione.

Hellas Verona scatenato

Ventinove anni nel prossimo marzo, e protagonista in carriera anche in Premier League con 111 presenze, Fabio Borini era arrivato al Milan dal Sunderland nell'estate del 2017 durante la gestione Fassone-Mirabelli. Autore di 8 reti e 6 assist in 75 partite giocate con i rossoneri, l'ex prodotto del settore giovanile del Bologna aveva però perso progressivamente il posto con lo sbarco a Milano di Giampaolo prima e Pioli poi, finendo per essere inserito da Maldini, Boban e Massara nella lista dei giocatori in esubero.

Oltre a Borini, il presidente del Verona Setti cercherà inoltre di arrivare a Federico Dimarco e ad Andrea Pinamonti. Nei prossimi giorni il patron gialloblù sarà infatti a Milano per parlare con l'Inter e cercare un accordo per i due giocatori: attualmente impegnati a Parma e a Genova. L'obiettivo del numero uno scaligero è quello di regalare a Juric altri colpi di mercato per rinforzare ulteriormente la squadra e centrare il prima possibile la salvezza.