Mentre il Milan prova a rialzare la testa in campionato nella delicata sfida alla Fiorentina (San Siro, domenica 20.45) arrivano nuove voci che riguardano la società rossonera sul fronte della proprietà. Che potrebbe cambiare ancora entro fine anno con il Gruppo americano di Elliott pronto a lasciare spazio ad altri investitori. Il tutto, in contemporanea sul fronte tecnico dove è sotto esame Giampaolo dopo l'inizio tutt'altro che confortante in campionato.

La sconfitta nel derby e la replica a Torino contro i granata hanno lasciato ovviamente il segno all'interno del Milan e la convinzione di aver operato la scelta giusta in estate puntando tutto su Giampaolo ha necessità di conferme. Dovranno arrivare di fronte ad un ex, Vincenzo Montella, che guiderà la Fiorentina rinata sotto le giocate di Ribery e Chiesa che si presenterà a San Siro pronta a giocarsi fino al 90′ i tre punti in palio.

La trattativa di Elliott col Gruppo Vuitton

Se sul fronte sportivo, dunque, ci sono attenzioni di riguardo nei confronti del mister – anche se Paolo Maldini ha giurato ancora fedeltà assoluta a Giampaolo – sul fronte societario potrebbero esserci pronte delle rivoluzioni. Paul Singer starebbe parlando di una eventuale cessione del Milan con il facoltoso Bernard Arnault, proprietario del gruppo del lusso LVMH, un patrimonio personale netto stimato attorno ai 95 miliardi di dollari. Una voce non nuova, e che è stata smentita nelle scorse settimane perentoriamente dai diretti interessati eppure le voci non si sono fermate.

Il closing e l'idea Allegri

La trattativa, secondo quanto riportato da La Repubblica, sarebbe arrivata già a buon punto e l'obiettivo sarebbe quello di arrivare al closing entro la fine dell'anno per ripartire nella prossima stagione con un progetto ambizioso e tutto nuovo. Ci sarebbe anche il piano tecnico su cui star lavorando e si chiama Massimiliano Allegri

Quanto è valutato il Milan: oltre 1 miliardo di euro

Al di là dei progetti sommersi per il futuro, la realtà sembra essere la seguente: Elliott e il gruppo Vuitton stanno parlando e si sta discutendo soprattutto sulle cifre di valutazione della società rossonera. Elliott stima il Milan oltre il miliardo più precisamente 1 miliardo e 200 milioni e sarebbe disposto ad abbassare le sue pretese fino a 960 milioni. Il Gruppo Vuitton, ovviamente, non vorrebbe spendere oltre 900 milioni e non avrebbe alcuna fretta per chiudere in attesa anche di confortanti risultati sportivi sul campo, aprendo una trattativa dal terreno molto scivoloso.