Il clima in casa Milan è rovente. La società rossonera avrebbe deciso di chiudere la parentesi di Marco Giampaolo sulla panchina del Diavolo e sta lavorando per cercare il sostituto: nelle ultime ore il nome di Luciano Spalletti era quello che sembrava più accreditato per la successione del tecnico marchigiano ma la situazione nelle ultime ore sembra essersi bloccata e, secondo quanto riporta Gianluca Di Marzio a Sky, sono salite le quotazioni di Stefano Pioli. 

La situazione bloccata tra Spalletti e Inter

Tra il Milan e Spalletti c'è l'Inter. I rossoneri sono in attesa di sviluppi in merito alla buonuscita chiesta dall'allenatore toscano all'ex presidente Zhang ma se Spalletti chiede cinque milioni è disposta a offrirne molto meno. Se per la società nerazzurra le pretese del vecchio allenatore sembrano troppo alte, per il trainer di Certaldo è una questione di principio perché non ha gradito l'esonero della scorsa estate e il ruolo di capro espiatorio che gli è stato cucito addosso, oltre alla chiusura del rapporto anticipata dopo il progetto a lungo termine presentatogli nell'estate 2017.

Pioli nome nuovo per la panchina rossonera

Per questo motivo le quotazioni di Luciano Spalletti sembrano in ascesa, visto che non pare intenzionato ad accettare di scendere a compromessi con l'Inter pur di allenare il Milan, e così il club rossonero ha già cominciato a valutare opzioni alternative: Boban e Milan starebbero lavorando in maniera incessante e nelle ultime ore sono salite le quotazioni di Stefano Pioli. Il tecnico di Parma lo scorso anno alla Fiorentina e in passato sulle panchine di Lazio e Inter ma è corteggiato anche da Genoa e Sampdoria, che oggi ha chiuso il rapporto con Eusebio Di Francesco. Pioli darebbe priorità al club rossoneri se dovesse arrivare la proposta concreta e questo è il motivo per cui continua a tardare la risposta da parte al club blucerchiato.