Non solo Roma (Zaniolo), Juventus (Demiral) ma anche Napoli (Mertens), Inter (Barella). Adesso a entrare nel girone dei dannati c'è anche il Diavolo rossonero, in ansia per le condizioni fisiche di Gigio Donnarumma. Il numero uno del Milan, infatti, non scenderà in campo in Coppa Italia e probabilmente rischia di saltare anche la prossima partita di campionato. Il motivo è semplice: accusa una contrattura muscolare che non gli permette di essere al cento per cento nei movimenti.

Un problema non da poco per il Milan che nel giovane estremo ripone più di una semplice speranza. Ancor più se si ricorda che il Milan, che ha già di fatto ceduto Reina all'Aston Villa, seppur ancora non ufficialmente, e quindi rischia di trovarsi scoperto tra i pali. Il club rossonero infatti deve fare fronte anche al mancato allenamento di Begovic, il secondo portiere anch'egli non ancora completamente rossonero. In Coppa Italia, nel match infrasettimanale, ci sarà dunque spazio ‘forzato' al fratello di Gigio,  Antonio Donnarumma che ricopre il ruolo di terzo portiere.

Il comunicato del Milan

A rendere nota la situazione è stato lo stesso club rossonero con un comunicato ufficiale dove si spiega lo stop del portiere e si lascia ancora spazio alle attese per sapere i reali tempi di recupero: "Gianluigi Donnarumma non ha preso parte alla seduta odierna a causa di una contrattura del muscolo retto femorale della coscia sinistra con edema rilevato all'esame di risonanza magnetica. L'evoluzione clinica del portiere verrà monitorata nei prossimi giorni".

Antonio Donnarumma anche in campionato?

Se per la partita di Coppa Italia il ballottaggio – e l'eventuale panchina per Gigio – era previsto da tempo per dare spazio e fiato ai titolari, Stefano Pioli si ritroverà contro la Spal ad avere Antonio Donnarumma titolare non per scelta ma per necessità. E, con i primi due portieri che preoccupano, c'è anche l'ipotesi non più remota che lo stesso Antonio possa essere titolare anche in campionato, a San Siro contro l'Udinese. Dovesse accadere per Antonio si tratterebbe della seconda presenza in Serie A (la prima con il Genoa nel 2012/2013)