Fabio Paratici a ruota libera. In occasione del premio di "Piacentino Benemerito per l'anno 2019", lo Chief Football Officer della Juventus ha affrontato diversi temi interessanti. Dal duello con l'Inter del grande ex Antonio Conte, al mancato successo di Cristiano Ronaldo nella corsa per il Pallone d'Oro, fino al retroscena su Sinisa Mihajlovic vicinissimo in passato alla panchina della Juventus.

Paratici e il duello con l'Inter di Conte per lo scudetto

Il direttore sportivo della Juventus Fabio Paratici durante la cerimonia di premiazione per il "Piacentino Benemerito per l'anno 2019", ha parlato dell'intrigante duello tra la Juventus e la nuova Inter di Antonio Conte. Per il dirigente, il rendimento della formazione nerazzurra guidata dall'ex condottiero bianconero, non rappresenta una sorpresa: "Se fa effetto vederlo su un’altra panchina? – riporta Sky Sport – Sì, specialmente all’inizio, ma piano piano ci stiamo abituando. Non avevo dubbi che sarebbe stato un duello con l’Inter, una sfida che durerà fino alla fine. Noi comunque dobbiamo ringraziare Conte per quello che ha fatto per la Juve, prima da giocatore e poi da allenatore. Abbiamo vinto insieme, siamo legati a lui. Gli faccio un ‘in bocca al lupo', ma non troppo".

Sinisa Mihajlovic vicino alla panchina della Juventus in passato, il retroscena di Paratici

A proposito di allenatori, Fabio Paratici ha svelato un retroscena relativo a Sinisa Mihajlovic. Il mister serbo che sta combattendo una dura battaglia contro la malattia, è stato in passato vicino alla panchina della Juventus: "È stato vicino a essere l’allenatore della Juventus, ma non posso dire quando, quindi vederlo adesso che sta bene è un grandissimo sollievo per tutti. Colgo l’occasione per dargli un grande abbraccio: è sempre stato un guerriero e una persona di grandi valori e lo ha dimostrato anche questa volta".

Cristiano Ronaldo avrebbe meritato di vincere il Pallone d'Oro più di Messi, parola di Paratici

Inevitabile per Paratici tornare sul Pallone d'Oro 2019 finito nella bacheca di Leo Messi. Una doccia fredda per Cristiano Ronaldo che, a detta del direttore sportivo bianconero, avrebbe meritato il trofeo: "Noi pensiamo che anche quest’anno avrebbe meritato di vincerlo Cristiano Ronaldo. Su quello dell’anno scorso lascio agli altri dire se lo meritasse o meno: ha segnato credo 12 gol in Champions, sette dai quarti alla finale. E vi assicuro che queste partite sono molto competitive e difficili da giocare. Noi pensiamo che meritasse di vincerlo quest'anno, figuriamoci quello precedente".

Quali operazioni per la Juventus nel calciomercato invernale

In conclusione una battuta sul "lavoro" e sulle mosse della Juventus nella finestra di calciomercato invernale. L'infortunio di Khedira che si sottoporrà ad un intervento di pulizia artroscopica al ginocchio sinistro, non cambierà i piani dei bianconeri: "Khedira non ha un infortunio grave, un fastidio quasi di routine per i calciatori. Rientrerà in un breve periodo quindi non abbiamo intenzione di tornare sul mercato, questo al di là di Khedira. Pensiamo di avere una rosa supercompetitiva"