Domenica scorsa Cristiano Ronaldo lasciò il campo contrariato: aveva il broncio e si diresse direttamente nello spogliatoio per la sostituzione al 54° contro il Milan. Guardò di sbieco Maurizio Sarri mentre abbandonava il rettangolo verde, bofonchiò qualcosa e poi scomparì nella pancia dello Stadium. Fece la doccia e andò via, senza nemmeno attendere il rientro nello spogliatoio dei compagni di squadra e del tecnico. Era nervoso, per la seconda volta nel giro di pochi giorni l'allenatore lo aveva richiamato in panchina a causa di un fastidio al ginocchio che ne avrebbe compromesso il rendimento.

Come sta Cristiano Ronaldo? Il botta e risposta tra Torino e il Portogallo

Condizionale d'obbligo, che alimenta il dubbio sulle reali condizioni del campione lusitano: come sta CR7? Il ct della nazionale, Fernando Santos, aveva risposto in maniera spazientita rispetto all'ennesima domanda sull'ex Real: se a Torino Sarri aveva spiegato la cautela nell'impiego del calciatore con problemi al ginocchio e rischi per la muscolatura, la versione arrivata dal Portogallo è stata del tutto diversa. Ovvero, Ronaldo sta bene e non ha acciacchi di sorta.

Lo ha ribadito lo stesso giocatore alla vigilia della gara con la Lituania ("scrivete pure che non sto bene… ma molto bene"), tramortita con una tripletta e tanti saluti a Sarri che ne ha messo in dubbio la tenuta fisica. Lo ha confermato il ct nel post-partita: "Molte persone chiedevano di Cristiano e ho risposto che era in grado di giocare, che stava bene. Non mi ha sorpreso, in realtà non mi sorprende mai. Fare 3 gol in una partita è normale per un campione come lui".

La sorella Katia su Instagram ammonisce Sarri

Il tris di reti servito in nazionale Lussemburgo non è servito a centrare la qualificazione, Ronaldo e il Portogallo dovranno fare un ultimo sforzo nella gara di domenica prossima contro il Lussemburgo per accedere a Euro 2020. La sorella Katia su Instagram ha postato una foto del fratello corredata da una frase embelmatica: "Non si scherza con lui. Orgoglio di sorella". Ed Elma ha aggiunto: "Dio non fallisce. Sta bene, e adesso?". Già, e adesso? "Ne parleremo al suo rientro a Torino", gli ha fatto sapere Bonucci.