Un nuovo look e un gol nella vittoria del suo Belgio contro San Marino. Così un biondissimo Dries Mertens ha provato ad allontanare il ricordo di Juventus-Napoli, con la sconfitta-beffa arrivata in extremis per l'autorete sfortunata di Koulibaly. Il bomber belga vuole cancellare il primo tempo della sfida dello Stadium, e ripartire dalla super rimonta della ripresa con gli azzurri capaci di rimontare 3 reti in casa di una squadra considerata "più forte", almeno sulla carta. Il ko di Torino non incide sulle ambizioni di Mertens e del Napoli, pronti a lottare per lo scudetto.

Mertens su Juventus-Napoli e le ambizioni da scudetto degli azzurri

Dries Mertens dopo il gol nella prima giornata di campionato contro la Fiorentina, è andato a segno nella sfida vinta dal Belgio sul campo del San Marino, valida per le qualificazioni a Euro 2020. Un successo che ha permesso al giocatore del Napoli di alleggerire il ricordo della sconfitta per 4-3 in casa della Juventus. Queste le parole dell'attaccante che guarda avanti: "L'obiettivo è vincere lo scudetto – riporta Sportmediaset – Vogliamo combattere e fare bene. Contro la Juve lo abbiamo fatto nel secondo tempo, non nel primo. Ma poi siamo passati da 0-3 a 3-3, perdendo all'ultimo in quel modo. Ora guardiamo avanti, vogliamo vincere contro la Samp".

L'amarezza di Mertens per la sconfitta in extremis contro la Juventus

Gli azzurri dovranno pensare soprattutto alla reazione culminata nella super rimonta che ha permesso loro di rimontare 3 gol nel secondo tempo ai bianconeri. Un'impresa, vanificata dallo sfortunato episodio dell'autorete di Koulibaly: "Purtroppo abbiamo preso gol all’ultimo minuto ed è stato brutto, ancora oggi ho difficoltà a ripensarci. Questi episodi possono condizionare. Alla fine loro sulla carta hanno una squadra più forte". Dribbling sulle domande sulla prima da avversario con il suo ex allenatore Sarri: "Non l'ho visto in panchina, quindi non posso dirti che effetto mi abbia fatto alla Juve".

Lukaku grande acquisto, con lui Inter da scudetto per Mertens

Per la corsa scudetto dunque il Napoli c'è, ma bisognerà fare i conti oltre che con la Juventus, anche con l'Inter del suo connazionale Lukaku: "Nerazzurri da Scudetto? Sì, hanno fatto un grande mercato, Lukaku è un grande acquisto. Lui voleva venire in Italia, sono felice per lui, segnerà tanti gol e diventerà importante". Il bomber belga presentatosi in Serie A con un gol ha purtroppo dovuto fare i conti con insulti razzisti a Cagliari: "Purtroppo non è una cosa nuova, ricordiamoci di quello che è successo l'anno scorso con Koulibaly. I tifosi del Napoli poi lo hanno accolto allo stadio intonando il suo nome, speriamo che a Romelu succeda la stessa cosa, anche se di questo non ne abbiamo ancora parlato".