Dopo la bella vittoria in Juventus-Cagliari, i bianconeri si sono presi la vetta solitaria della classifica in attesa dell'Inter impegnata nel difficile confronto in casa del Napoli. Maurizio Sarri, ex mister degli azzurri, guarderà il posticipo del San Paolo, facendo magari il tifo per la compagine azzurra? Ai microfoni di Sky, il tecnico toscano ha dichiarato di avere di meglio da fare, ovvero portare a spasso il suo cane Ciro.

Sarri non guarderà Napoli-Inter, deve portare fuori il cane Ciro

Una delle migliori Juventus della stagione 2019/2020 ha battuto in scioltezza il Cagliari. Una prova che ha soddisfatto e non poco Maurizio Sarri, che ha finalmente visto quella continuità vista solo a sprazzi nella prima parte del campionato. I bianconeri grazie a questi 3 punti hanno staccato momentaneamente l'Inter impegnata in serata a Napoli. Una partita delicata, che l'ex mister dei partenopei però non guarderà come svelato nel post-partita: "Napoli-Inter? Stasera porto fuori Ciro, il cane"

Juventus-Cagliari, Sarri soddisfatto della prova dei bianconeri

Battute a parte Sarri ha elogiato la sua Juventus per la prova sfoderata nella rotonda vittoria col Cagliari: "Come continuità forse è stata la migliore prova della stagione, ottanta minuti sul livello dei primi quarantacinque con Udinese, Samp e Napoli. Una qualità che avevamo espresso solo a sprazzi oggi l'abbiamo espressa più a lungo. Aggressività? Dobbiamo essere ordinati e oggi lo siamo stati". Inevitabile una battuta sui singoli e in particolare su Ramsey e Rabiot: "Ramsey ha fatto bene, sta trovando continuità in allenamento dopo un periodo di acciacchi continui. Sta crescendo di condizione, secondo me ha fatto bene difensivamente, nella fase offensiva ha margine ancora. Ha le qualità per fare ancora meglio. Rabiot? Le piccole difficoltà che ha avuto gliele ho create io facendolo giocare a destra. Sono contento perché ha fatto una partita ordinata, è sempre stato nella posizione giusta".

Perché Sarri ha preferito Demiral a de Ligt

Scelte importanti quelle di Sarri che ha ancora una volta spedito de Ligt in panchina, schierando dal 1′ Demiral. Questa la spiegazione del tecnico: "De Ligt? Sono il primo ad essere convinto che diventerà uno dei difensori più forti al mondo. Nei primi cinque mesi ha fatto un percorso devastante, ha dovuto imparare molte cose nuove giocando ogni tre giorni. Che sia andato in appannamento con qualche acciacco mi sembra rientri nella norma. Demiral in questo momento è in grande salute, mi sembra giusto sfruttare i giocatori in relazione al momento che vivono". In conclusione una battuta sul mercato, che a detta di Fabio Paratici si è chiuso con l'acquisto di Kulusevski: "Paratici ha detto che il mercato è chiuso? Pagherò una cena al direttore perché mi ha risparmiato tante domane. Questa Juventus è una squadra difficile da migliorare a gennaio, mi sembra normale quello che ha detto il direttore".