Francelino Matuzalem è stato un buon centrocampista che ha sviluppato gran parte della sua carriera in Serie A. Il brasiliano era un regista, che però è passato alla storia anche per qualche bravata fuori dal campo e qualche entrata cattiva. L'ex giocatore ha pubblicato un post su Instagram ricordando dei fallacci fatti qualche anno fa che non lascia dubbi a interpretazioni e che soprattutto è di cattivo gusto.

Il post di Matuzalem su Instagram

Matuzalem ha postato una sua immagine, in cui è ritratto come fosse un cartone animato con una casacca rossoblu, dei tempi del Genoa, alle sue spalle ci sono due immagini, sembrano due quadri, in cui compaiono le gambe spezzate di Cristian Brocchi e Nenad Krsticic, due giocatori che subirono dei brutti infortuni dopo dei contrasti con il brasiliano. Brocchi subì un infortunio che gli costò la carriera, mentre il serbo rimediò una seria lesione alla caviglia. Il post, che ha generato decine e decine di commenti, alcuni molto duri nei confronti dell'ex giocatore, ha una didascalia molto chiara a corredo:

Ero un giocatore per cui la lealtà era fondamentale! Un simpatico quadro.

Il fallo di Matuzalem a Brocchi

Il 3 febbraio 2013 nel corso di un Genoa-Lazio l'ex centrocampista brasiliano entra in modo scomposto su Brocchi che subisce un'infrazione al livello della base del primo e del secondo metatarso e una lussazione del terzo dito del piede. Brocchi recupera la mobilità della gamba, ma tre mesi dopo si ritira dal calcio giocato, perché scopre di non poter riprendere l'attività calcistica.

La carriera di Matuzalem

Una vita in Italia per questo centrocampista che arrivò nel 1999 al Napoli, dopo due anni firmò per il Piacenza, poi due anni al Brescia con Baggio e Mazzone. Shakhtar e Saragozza prima di tornare in Serie A, alla Lazio dove giocò per cinque stagioni e vinse due trofei. Poi Genoa, Bologna e Verona prima di accettare l'offerta del Miami e tornare in Italia con il Monterosi.

Era um jogador # lealdade era fundamental!! Quadro lindo de presente . 😂❤️⚽️

A post shared by Matuzalem Francelino (@matuzalem_francelino_) on