Nessuna ‘balotellata'. Super Mario torna a far parlare di sé dopo la mancata convocazione in Nazionale per un messaggio postato su Instagram. Uno sfogo lasciato ai suoi followers attraverso una delle stories per denunciare alcuni dei messaggi razzisti che gli sono arrivati in diretta e censurare duramente quest'atteggiamento. Cosa c'era scritto? Alcuni lo invitavano a “sciacquarsi la bocca prima di parlare dei ministri”, frase a corredo di offese pesanti e insulti razziali per il colore della pelle. Non è la prima volta che accade una cosa del genere, considerata anche l'esposizione mediatica del calciatore. E non è la prima volta che l'attaccante del Nizza è costretto a prendere posizione pubblicamente per episodi d'intolleranza nei suoi confronti.

Voi razzisti meritate una cosa sola – scrive Super Mario – Di vivere una vita soli, senza nessuno che vi pensi, senza mancare a nessuno e di andarvene un giorno senza mai essere ricordati. Voi siete la parte malata di questo mondo, avete rotto il c****. Ditemi le cose in faccia, non attraverso lo schermo del computer o del telefono. Non scrivete di lasciarli perdere, no. Non sono argomenti su cui sorvolare.

Quanto all'Italia, non c'è spazio per adesso nella squadra che Roberto Mancini proporrà in occasione del doppio confronto con Portogallo (Nations League) e Stati Uniti (amichevole). Mario Balotelli non figura nella rosa degli attaccanti che il ct ha selezionato ma la sua non è stata l'unica esclusione che ha fatto discutere: fuori dal novero è rimasto anche Andrea Belotti del Torino, conferme invece per Lasagna e soddisfazione per Pavoletti. Entrambi (il ‘gallo' e super Mario) pagano un avvio di stagione poco esaltante. In particolare l'ex milanista che in 6 presenze con la maglia della formazione francese ancora non ha trovato la via della rete (471 nel complesso i minuti giocati).