Durante l'intervallo del match di Champions League tra Napoli e Genk lo stadio San Paolo ha reso omaggio a Marek Hamsik, l'ex capitano, che ha vestito la maglia azzurra per undici anni e mezzo. Il calciatore, che ora gioca in Cina con il Dalian Yifang, è stato accolto con una splendida standing ovation e salutando i suoi vecchi tifosi, che non hanno smesso di volergli bene, si è commosso. Hamsik è stato premiato con una maglia celebrativa per la sua lunga militanza partenopea e per i suoi record, al suo fianco Edy Reja, il primo allenatore che ha avuto al Napoli. Queste le parole dette a caldo: "Vedendo questi video trema il cuore, grazie. Questa è la mia casa, e’ sempre una gioia tornare".

Il ritorno di Hamsik al Napoli

A febbraio Hamsik decise di lasciare Napoli e passò al Dalian Yifang. Lo scorso 30 ottobre l'ex capitano è tornato per la prima volta al San Paolo, vide dal vivo la sfida con l'Atalanta, partita che generò numerosissime polemiche a causa di una decisione arbitrale, quelle polemiche fecero passare in secondo piano il ritorno di ‘Marechiaro'. Oggi invece le luci dei riflettori si sono accese tutte per Hamsik omaggiato con tutti gli onori dal suo ex club e dai suoi tifosi che lo hanno sempre nel cuore. Applausi scroscianti, poi una standing ovation nel momento in cui Hamsik si è commosso, premiato con una maglia celebrativa.

I record di Marek Hamsik con il Napoli

Marek Hamsik fu acquistato nell'estate del 2007 dal Napoli, che lo prese dal Brescia. Fu un colpo di mercato strepitoso. L'inizio di una storia calcistica meravigliosa. Perché lo slovacco è arrivato all'ombra del Vesuvio nemmeno ventenne ed è andato via che di anni ne aveva trentadue. 520 partite e 121 gol con la maglia azzurra. Hamsik detiene il record di presenze e quello dei gol, anche se Mertens è sempre più vicino. Con il Napoli Hamsik ha vinto due volte la Coppa Italia e una Supercoppa Italiana.