Il Manchester City è stato escluso dalla Champions League per le edizioni 2020/2021 e 2021/2022 e dovrà pagare una multa di 30 milioni di euro per le violazioni in materia di Fair Play Finanziario. Secondo la commissione di controllo della Federazione internazionale i Citizens avrebbero "gonfiato" le proprie sponsorizzazioni per aggiustare i conti e dimostrare di essere nei parametri richiesti in materia di bilanci, restando entro l'equilibrio di costi/ricavi. Questa situazione potrebbe vedere scenari alquanto instabili per il club inglese, perché l'assenza dal massimo torneo per club d'Europa è una gravissima mancanza per una delle squadre che già da qualche anno viene sempre accreditata tra le papabili vincitrici.

Come cambia il futuro di Guardiola

Dopo le voci dei giorni scorsi, ecco che un possibile addio di Pep Guardiola prende ancora più forza dopo questa notizia. Nei giorni scorsi era ripartito il tam-tam dall’Inghilterra su un possibile approdo del tecnico catalano alla Juventus al posto di Sarri nella prossima stagione. Si tratta di voci che, al momento, non hanno nulla di solido alla base, visto che entrambi gli allenatori hanno contratti pluriennali con i rispettivi club ma i risultati dei prossimi mesi potrebbero modificare lo scenario e portare a clamorosi ribaltoni. L'allenatore campione d'Inghilterra in carica non sta vivendo una stagione esaltante e solo la vittoria della Champions League potrebbe oscurare l'abisso che si è creato in Premier League tra i Citizens e il Liverpool capolista (Reds a +22).

Contratto in scadenza nel 2021 ma il futuro non è chiaro

Guardiola ha parlato anche di recente del suo futuro, del suo contratto in scadenza del 2021 e delle aspettative che i tifosi e gli osservatori hanno creato intorno alla sua squadra ("Stiamo dando un messaggio sbagliato alle nuove generazioni: contano solo i trofei, è impossibile vincere tutto ogni anno"). Questo è il quarto anno sulla panchina del Manchester City e nella sua carriera di allenatore Guardiola non è mai andato oltre, visto che è stato quattro stagioni al Barcellona e tre al Bayern Monaco.

Le voci di Pep alla Juventus al posto di Sarri

Questa nuova situazione che si è creata in casa City potrebbe essere un ulteriore sprone per farlo cambiare aria e tentare una nuova esperienza: oltre alle voci sulla Juventus, si è parlato spesso dell'interesse del Bayern Monaco, che ha confermato Hansi Flick sulla panchina per il resto della stagione dopo l'esonero di Niko Kovac; e del Paris Saint-Germain, che lascerebbe andare via Thomas Tuchel per portare il catalano sotto la Tour Eiffel.