Una brutta storia che con il calcio non ha nulla a che fare, e che potrebbe costare carissima a Kingsley Sarfo. Il calciatore è stato licenziato dal Malmö, il club che deteneva il suo cartellino dalla scorsa stagione. Il motivo? La condanna a due anni e 8 mesi per un rapporto sessuale con una ragazza di 14enne. Una vicenda che ha suscitato grande scalpore in Svezia e che mette a repentaglio la carriera del calciatore ghanese.

Foto Twitter
in foto: Foto Twitter

Kingsley Sarfo condannato per un rapporto sessuale con una 14enne

Pochi giorni fa il classe 1995 Kingsley Sarfo è stato condannato per fatti relativi al 2016-2017. Il centrocampista si è reso protagonista di rapporti sessuali con un ragazza 14enne. Una situazione costatagli per una condanna a due anni e 8 mesi di reclusione con la legge svedese che vieta qualsiasi rapporto sessuale tra un adulto e un minore di età inferiore ai 15 anni. La pena ridotta è  stata spiegata con il presunto consenso della minore

Il Malmö ha licenziato Kingsley Sarfo

Dopo alcuni giorni di silenzio è arrivata la reazione del Malmö, il prestigioso club svedese di prima divisione proprietario del cartellino del calciatore. Quest'ultimo è stato licenziato, e la decisione è stata ufficializzata attraverso una nota divulgata sui propri canali social: "Venerdì, Kingsley Sarfo è stato condannato  a lungo termine per reati molto gravi. Kingsley Sarfo è quindi sospeso con effetto immediato. Le azioni sono incompatibili con la base di valori del QFP e i requisiti comportamentali imposti ai rappresentanti della società. Malmö FF agirà contro il giocatore e il suo ex club per sfruttare gli interessi finanziari dell'associazione".

Chi è Kingsley Sarfo

Una situazione che inevitabilmente compromette la carriera del giovane calciatore. Quest’ultimo è arrivato in Svezia con la sua famiglia nel 2013 direttamente dal Ghana. A poco a poco, il centrocampista è riuscito a mettersi in mostra con il Sirius trascinando la squadra alla conquista del massimo campionato. Dopo le ottime prestazioni è stato ceduto per 13 milioni di corone svedesi (ovvero 1.2 milioni di euro) al  Malmö diventando il terzo calciatore più costoso della storia del club. Al suo attivo anche una presenza in nazionale.