L'assist si può definire quell'attimo in cui la concretezza del gol fa il paio con l'estetica del gioco. La seconda in funzione della prima in un connubio vincente. Per farla semplice: se gli attaccanti vanno in rete lo devono, spesso, a chi gioca per loro. È il caso di Luis Alberto, luminare della materia, ma anche di tanti altri protagonisti in giro per l'Europa che, in questo momento, stanno facendo così bene in fase di ultimo passaggio. Ecco, fra Serie A, Premier League, Liga, Bundesliga e Ligue 1, chi sono.

la scheda di Luis Alberto (sofascore.com)
in foto: la scheda di Luis Alberto (sofascore.com)

Luis Alberto non ha rivali: dominio a quota 10 assist

L'equazione in casa Lazio è semplice: Immobile segna, Luis Alberto sforna assist. E anche se lo spagnolo ieri contro l'Udinese si è tolto lo sfizio della marcatura, a lui sono richiesti ricami, intuizioni e passaggi chiave vincenti.

E lui, grato alla Lazio ed alla chance che gli è stata concessa da Tare dopo le difficoltà di Liverpool, esegue. Come non mai nel corso della sua pur importante carriera. Ad oggi, difatti, sono 10 gli assist dello spagnolo in appena 14 gare di campionato per un rendimento stratosferico, a tratti insperato. Di sicuro, non eguagliato da nessuno. Nemmeno dalle grandi firme che girano in Europa, nemmeno dai Messi, Neymar, CR7 e soci. Insomma, in casa biancoceleste, oggi, c'è un autentico tesoro. Che sforna assist come in una catena di montaggio.

De Bruyne il suggeritore di Guardiola, Muller chiude il podio

A seguire in seconda posizione, uno che di talento ne ha da vendere. Il belga De Bruyne. Che nel Manchester City detiene gli stessi oneri dello spagnolo Luis Alberto, e che però, spesso, si accomoda da centrocampista centrale. Dove ha meno modo di essere decisivo negli ultimi metri con compiti più di trasmissione della sfera che di finalizzazione. Non a caso, in sette gare di campionato da regista, gli assist sono stati appena 2. Sette, invece, quando l’ex Genk è stato spostato a ridosso della punta, per un totale di 9 passaggi vincenti, in appena sei sfide in quello specifico ruolo. Insomma, meglio più vicino che lontano dalla porta. Chiude il podio a quota 8 assist in 13 gare, l’immarcescibile Thomas Muller che disegna calcio e dimostra ancora, nonostante i tanti successi a referto, la sua fame di vittorie, gioco e passaggi risolutivi.

Le punte al servizio della squadra: spiegano Slimani e Rodrigo

A chiudere, ecco il connubio Liga-Ligue 1. Contesti differenti dove sono le punte ad essere al servizio della squadra. E non solo in termini realizzativi. Dai numeri dei due tornei nazionali, infatti, emergono dati interessanti con Slimani del Monaco a quota 8 assist e Rodrigo del Valencia a 6, che, da attaccanti centrali, lavorano per i compagni. Il primo, sfruttando la sua stazza, la sua fisicità, il secondo, la sua classe, le sue giocate. Ma sempre in funzione del compagno di squadra con appena 8 reti in due a fronte dei 14 suggerimenti vincenti totali. Insomma, panzer sì, ma anche in favore dei compagni.