Mauro Icardi, James Rodriguez e Fernando Llorente sono i nomi più caldi delle prossime settimane di calciomercato del Napoli. Nelle ultime notizie sulle trattative c'è anche Hirving Lozano, che arriverà la prossima settimana per svolgere le visite mediche e mettere la firma in calce al contratto che lo legherà agli azzurri. Acquisti top in agenda ma anche alla voce cessioni non mancano candidature ‘forti', ovvero quei calciatori che non rientrano nei piani dello staff tecnico e possono essere utilizzati per fare cassa.

Simone Verdi al Torino, contratto e stipendio

L'innesto dell'ala destra messicana libera di fatto la casella di Simone Verdi che attende solo un segnale per riporre la maglia dei partenopei nel cassetto e indossare quella del Torino. Lo ha voluto fortemente Mazzarri, il presidente Cairo ne ha caldeggiato l'ingaggio tessendo l'opera diplomatica che ha portato all'accordo con il collega, De Laurentiis. L'ex Bologna, 27 anni, ha già trovato l'intesa con la società granata sulla base di un contratto di 5 anni con stipendio netto di 2 milioni a stagione [cifra leggermente superiore rispetto a quella guadagnata nell'ultima stagione, 1.8 milioni], resta da formalizzare l'accordo tra club.

Cifre e formula della cessione: clausola sulla rivendita

In realtà – come rilanciato dal Corriere dello Sport – sembra tutto fatto anche in tal senso. Verdi verrà ceduto al Torino entro la prossima settimana, la formula adottata però non sarà di acquisto a titolo definitivo ma del prestito oneroso biennale [10 milioni] con obbligo di riscatto nel 2021 fissato a 10 milioni. Ad agevolare la stretta di mano per sancire l'affare è stato anche un altro dettaglio: l'inserimento di una clausola sulla futura rivendita del calciatore. Se il Toro lo farà nel prossimo biennio dovrà versare il 50% del ricavato nelle casse del Napoli.

Via dopo una stagione deludente in maglia azzurra

Simone Verdi era stato acquistato nell'estate scorsa dagli azzurri che pagarono 24.5 milioni di euro al Bologna. Arrivò con qualche mese di ritardo dopo il lungo tira e molla a gennaio concluso con il no del giocatore al trasferimento a stagione in corso. Con la sua cessione il Napoli si libera di 3.5 milioni lordi di ingaggio per i prossimi 2 anni [7 nel complesso] e di un calciatore che ha reso al di sotto delle attese. Basta dare un'occhiata alle statistiche: 24 presenze, 4 gol, 3 assist e un infortunio muscolare che lo ha fermato da ottobre a dicembre.