Un punto a testa e fuochi d'artificio soprattutto nel primo tempo quando arrivano anceh i gol delle due squadre. Per primi passano in vantaggio gli ospiti gelando San Siro: tiro dalla distanza di Insigne, ‘sette' colpito in pieno e Lozano il più lesto sul rimbalzo per l'1-0 azzurro. Che dura l'arco di una manciata di minuti, il tempo per Bonaventura di caricare il destro e bruciare Meret per l'1-1. Nella ripresa il ritmo cala, Ancelotti e Pioli mischiano le carte con le sostituzioni ma il risultato non cambia: sia Napoli che Milan smuovono la classifica, piccola nota positiva che accontenta tutti.

Più Milan, ma Lozano è decisivo

Ottimo primo tempo sotto la pioggia di San Siro tra Napoli e Milan con i partenopei che riescono a trovare il vantaggio per primi, ma con un Milan ben messo in campo e più pericoloso sul risultato ermo sullo 0-0. Prima Piatek poi Romagnoli sporcano i guanti a Meret ma senza troppa convinzione. Di più ne ha Lozano quando in occasione del primo gol, si fa trovare più reattivo di tutti: Insigne controlla di destro e dalla distanza scarica il sinistro sul ‘sette' con il compagno pronto a ribadire a rete di testa.

Bonaventura risponde presente

E' la scossa del match perchè i ritmi, già alti, aumentano di giri e a beneficiarne è il Milan: Rebic scarica fuori area per Bonaventura che con un destro pieno gonfia la rete qualche istante dopo il vantaggio partenopeo riportando la partita in perfetto equilibrio. Un 1-1 meritato dai rossoneri che non abbassano il pressing con una difesa molto alta che mette in difficoltà il fraseggio del Napoli in mediana.

 

Donnarumma strepitoso su Insigne

Il primo tempo resta piacevole e il Milan sfiora con una deviazione di Hysaj verso la propria porta e con una spizzicata di Piatek di poco a lato, due volte il vantaggio. Ma l'occasione incredibile capita sui piedi di Insigne che allo scadere si trova a tu per tu con Donnarumma: strepitoso il portiere rossonero a non distrarsi e chiudere lo specchio difendendo il pareggio.

Cala il ritmo, Insigne esce per problemi al gomito

Anche per la ripresa la gara resta in perfetto equilibrio con la parte centrale che vede il Milan molto più reattivo rispetto al Napoli. Per i partenopei si cambia assetto con l'out di Insigne (per Younes), al 65′ dopo che Ancelotti aveva optato per l'inserimento di Mertens al posto di Callejon mentre Pioli aveva tolto un negativo Rebic per Kessie, dando più consistenza in mediana. Le due squadre si sono però annullate, accontentandosi alla fine di un pareggio che ha permesso ad entrambe di smuovere la classifica.